Sei in: Home » Articoli

Cassazione: nullità per mancata notifica al codifensore va eccepita prima della sentenza

Con la sentenza n. 22242/11 le Sezioni Unite penali hanno affermato che l'eccezione di nullità che si riferisce alla mancata notifica al codifensore dell'udienza camerale di appello può essere fatta valere prima dell'emissione della sentenza e anche se non tutte le parti (nel caso di specie imputato e l'altro difensore, ritualmente citati) hanno partecipato al procedimento. In particolare, il massimo consesso di Piazza Cavour, nel rigettare il ricorso di un imputato condannato per rapina e sostituzione di persona, rilevando un contrasto giurisprudenziale sul punto e dopo aver illustrato i diversi orientamenti in materia, ha quindi enunciato il seguente principio di diritto: “nell'udienza camerale di appello il termine ultimo di deducibilità della nullità derivante dall'omessa notificazione dell'avviso di fissazione dell'udienza ad uno dei due difensori dell'imputato è quello della deliberazione della sentenza nel grado, anche in caso di assenza in udienza sia dell'imputato che del codifensore ritualmente citati”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/06/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» Milleproroghe: le misure per gli avvocati
» Falsi certificati di malattia: carcere e multe fino a 1.600 euro anche per il medico
» Infortuni: arriva il reato di omicidio sul lavoro
» Il giudice può perquisire la borsa dell'avvocato
In evidenza oggi.
Due multe da 286 euro e salvi la patente
Infortuni: arriva il reato di omicidio sul lavoro
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF