Canone Rai: ecco il modello per non pagare

Pubblicati dall'Agenzia delle Entrate il modello e le istruzioni per la dichiarazione di esenzione dal pagamento del canone tv
televisione tv programma schermo film fiction cinema

di Marina Crisafi – A seguito di quanto annunciato nei giorni scorsi, l'Agenzia delle Entrate ha appena pubblicato il provvedimento direttoriale di approvazione del modello di dichiarazione sostitutiva per essere esentati dal pagamento del canone Rai (entrambi qui sotto allegati).

In base a quanto indicato, il contribuente potrà presentare la dichiarazione autocertificando (sotto la propria responsabilità, anche penale):

- la non detenzione dell'apparecchio televisivo da parte di alcun componente della propria famiglia anagrafica in nessuna delle abitazioni per le quali lo stesso è titolare dell'utenza di fornitura di energia elettrica;

- la non detenzione, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica in alcuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di utenza di fornitura di energia elettrica, di un apparecchio televisivo ulteriore rispetto a quello per cui è stata presentata entro il 31 dicembre 2015 una denunzia di cessazione dell'abbonamento radio-televisivo per suggellamento;

- ovvero, una dichiarazione sostitutiva che il canone di abbonamento alla televisione per uso privato non deve essere addebitato in alcuna delle utenze elettriche a lui intestate, poiché già dovuto in relazione ad altra utenza elettrica intestata a un componente della stessa famiglia anagrafica;

- una dichiarazione sostitutiva per il venir meno dei presupposti di una dichiarazione sostitutiva di cui ai punti precedenti, precedentemente resa.

La dichiarazione sostitutiva può essere presentata direttamente dal contribuente o anche da un erede, relativamente all'utenza elettrica ancora intestata al soggetto deceduto, indicandone i dati anagrafici e fiscali.

Può essere inoltrata utilizzando l'applicazione web ad hoc disponibile sul sito internet dell'Agenzia (utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel in proprio possesso), ovvero, laddove non sia possibile la trasmissione telematica, a mezzo del servizio postale in plico raccomandato senza busta agli uffici dell'Agenzia delle Entrate, sportello abbonamenti Tv, di Torino, nonché tramite gli intermediari abilitati.

Quanto ai termini, per il 2016, confermando quanto anticipato nei giorni scorsi, la dichiarazione, per avere effetto per l'intero canone annuale dovuto, va presentata entro il 30 aprile prossimo, se a mezzo del servizio postale, ovvero entro il 10 maggio 2016 se presentata in via telematica. Una volta a regime, invece, i termini (sempre per l'importo annuale) scadranno il 31 gennaio di ogni anno.

La validità è in ogni caso annuale.

Il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate
Il modello per la dichiarazione di esenzione dal canone Rai
(24/03/2016 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati e professionisti: arriva la polizza per tutelarsi dai clienti che non pagano
» Il mobbing
» Facebook: mai accettare richieste di amicizia da sconosciuti
» I diritti dei conviventi nel nuovo art. 230-ter del codice civile
» Gratuito patrocinio: in vigore la compensazione per gli avvocati

Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin