Sei in: Home » Articoli

Riforma della giustizia: chiesta la fiducia. In allegato il testo

Entro venerdì il voto finale e poi tocca al Senato

di Marina Crisafi - Ore calde per la conversione del decreto legge di riforma della giustizia sul quale oggi il Governo ha deciso di porre la fiducia alla Camera. Di fronte alle centinaia di emendamenti presentati e all'ostruzionismo delle opposizioni, il rischio era una dilatazione notevole dei tempi di approvazione. Così alla fine stamattina il ministro per i rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, ha annunciato la fiducia sull'approvazione, senza emendamenti e articoli aggiuntivi, dell'articolo unico del provvedimento nel testo approvato dalla Commissione (qui sotto allegato).

La votazione si terrà domattina alle 11 a partire dalle 9,15 e il voto finale è atteso per venerdì alle 13. Dopo di che il testo partirebbe per l'esame finale del Senato.

Norme blindate, dunque, fatta eccezione per le due uniche correzioni apportate in Commissione sul processo telematico e i suoi costi, mentre non hanno trovato accoglimento gli emendamenti sul fronte dei concordati preventivi tesi ad eliminare le principali modifiche introdotte dalla Commissione giustizia sul ritorno del 20% di “soddisfazione” minima per i creditori chirografari nel concordato liquidatorio e sulla cancellazione della previsione dell'approvazione, tramite silenzio-assenso dei creditori, del piano di concordato.

Nel calderone del d.l. n. 83/2015 che, si ricorda, introduce diverse e sostanziali modifiche in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell'amministrazione giudiziaria, hanno trovato posto, tra le polemiche, anche la norma c.d. “salva-Ilva” (originariamente contenuta in altro decreto) e quella per scongiurare la scopertura degli uffici giudiziari conseguente agli effetti della “messa a riposo” dei magistrati stabilita da riforma precedente.


Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Seguici anche su Facebook e iscriviti alla newsletter



Leggi anche:

- Ecco come cambia (ancora) il processo esecutivo. Tutte le novità del decreto legge n. 83/2015 in vigore dal 27 giugno

- Fallimento e concordato: la tabella con tutte le novità della riforma a cura degli Avv.ti Sigillò e Secchieri

- Riforma processo esecutivo e telematico: la tabella con le novità punto per punto a cura dell'Avv. Fabrizio Sigillò







Il testo del decreto di riforma della giustizia approvato dalla Commissione
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/07/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF