Codice della strada - Art. 76. Certificato di approvazione, certificato di origine e dichiarazione di conformitÓ┬á.

Indice codice della strada commentato

"Nuovo codice della strada", decreto legisl. 30 aprile 1992 n. 285 e successive modificazioni.

TITOLO III - DEI VEICOLI

Capo III - VEICOLI A MOTORE E LORO RIMORCHI

Sezione I - NORME COSTRUTTIVE E DI EQUIPAGGIAMENTO E ACCERTAMENTI TECNICI PER LA CIRCOLAZIONE

Art. 76. Certificato di approvazione, certificato di origine e dichiarazione di conformitÓ┬á.

1. L'ufficio della Direzione generale della M.C.T.C. che ha proceduto con esito favorevole all'accertamento di cui all'art. 75, comma 2, rilascia al costruttore del veicolo il certificato di approvazione.

2. Alla richiesta di accertamento deve essere unito il certificato di origine del veicolo, rilasciato dal medesimo costruttore. Quando si tratta di veicoli di tipo omologato in uno Stato membro delle ComunitÓ┬á europee che, a termine dell'art. 75, comma 4, sono soggetti all'accertamento dei requisiti di idoneitÓ┬á alla circolazione, il certificato di origine Ŕ sostituito dalla dichiarazione di conformitÓ┬á di cui al comma 6.

3. Il rilascio del certificato di approvazione Ŕ sospeso per i necessari accertamenti qualora emergano elementi che facciano presumere che il veicolo o parte di esso siano di illecita provenienza.

4. Nel regolamento sono stabilite le caratteristiche e il contenuto del certificato di approvazione e del certificato di origine.

5. La Direzione generale della M.C.T.C., visto l'esito favorevole dell'accertamento sul prototipo di cui all'art. 75, comma 3, rilascia al costruttore il certificato di omologazione ed il certificato che contiene la descrizione degli elementi che caratterizzano il veicolo.

6. Per ciascun veicolo costruito conformemente al tipo omologato, il costruttore rilascia all'acquirente la dichiarazione di conformitÓ┬á. Tale dichiarazione, redatta sul modello approvato dal Ministero dei trasporti per i veicoli di tipo omologato in Italia in base ad omologazione nazionale, attesta che il veicolo Ŕ conforme al tipo omologato. Di tale dichiarazione il costruttore assume la piena responsabilitÓ┬á ad ogni effetto di legge. Il costruttore deve tenere una registrazione progressiva delle dichiarazioni di conformitÓ┬á rilasciate (1).

7. Nel caso di veicoli allestiti o trasformati da costruttori diversi da quello che ha costruito l'autotelaio, ogni costruttore rilascia, per la parte di propria competenza, la certificazione di origine che deve essere accompagnata dalla dichiarazione di conformitÓ┬á, o dal certificato di origine relativi all'autotelaio. Nel caso di omologazione in pi¨ fasi, le relative certificazioni sono costituite dalle dichiarazioni di conformitÓ┬á. I criteri e le modalitÓ┬á operative per le suddette omologazioni sono stabilite dal Ministro dei trasporti e della navigazione, con proprio decreto (2).

8.┬áChiunque rilascia la dichiarazione di conformita' di cui ai commi 6 e 7 per veicoli non conformi al tipo omologato e' soggetto, ove il fatto non costituisca reato, alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da Ç 849 a Ç 3.396.┬á┬á


Indice codice della strada commentato

Spazio annotazioni, commenti, sentenze
art 76 codice della strada: il certificato d'origine Ŕ propedeutico ai certificati di conformitÓ e di approvazione. Per certificato d'origine si intende quello emesso dal fabbricante e in cui sono indicati (tra gli altri dati): il numero del telaio, la sede di costruzione e quella in cui il mezzo Ŕ stato allestito. Questo documento deve accompagnare l'attestazione del funzionario che ha eseguito il controllo del veicolo per poter procedere alla visita contemplata dall'art 75 C.d.S. Nel caso in cui la visita dia esito positivo viene rilasciato il certificato di approvazione, che unitamente a quello d'origine sono necessari per immatricolare il veicolo. Le fabbriche che costruiscono in serie sostituiscono al certificato di approvazione quello di conformitÓ, se il veicolo Ŕ conforme al prototipo omologato.┬á