Sei in: Home » Articoli

Decurtazione punti patente per guida al telefono senza auricolare? No se contestazione infrazione non è immediata

Non si possono decurtare i punti della patente per guida la telefono senza auricolare se la contestazione dell'infrazione non è immediata. A dirlo è una recente sentenza (n. 10636, depositata il 29 aprile 2010) della Suprema Corte su ricorso proposto da un automobilista che si era visto decurtare i punti sulla patente pur in assenza di una contestazione immediata. In particolare, la seconda sezione civile ha precisato che “detta contestazione era illegittima in un caso in cui, essendo stata omessa la contestazione immediata dell'infrazione, non era stato identificato il conducente del veicolo”. Secondo la ricostruzione della vicenda, il giudice di pace di Roma, respingeva l'opposizione proposta da un automobilista contro il prefetto di Roma, per l'annullamento dell'ordinanza di ingiunzione per aver usato, guidando, un telefono cellulare non dotato di auricolare. L'automobilista aveva così proposto ricorso per cassazione della sentenza.
Gli Ermellini, dopo aver citato nella motivazione anche una sentenza della Consulta sul tema (sent. 24 gennaio 2005 n. 27), hanno accolto il ricorso dell'automobilista, decidendo nel merito e annullando il verbale di contestazione impugnato.
(05/05/2010 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Mancato mantenimento figli: reato anche se non c'è stato di bisogno
» Salvini: presto censimento o anagrafe dei Rom
» Inps: 5mila borse di studio per imparare le lingue
» Assegno di invalidità: l'accertamento dei requisiti per il riconoscimento
» Avvocati: contributi fino a 1.500 euro per strumenti informatici


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss