Sei in: Home » Articoli

Torino: pusher patteggia la pena di 1 anno ed esce in tre mesi

Un ragazzo di 29 anni che era stato condannato per spaccio nel 2003 ha deciso di patteggiare la pena nella misura di un anno senza la condizionale. Il ragazzo aveva già dei precedenti per violazione della legge sull'immigrazione.
Le porte del carcere si sono però aperte con molto anticipo. Il ragazzo, infatti, dopo solo tre mesi di detenzione ha ottenuto la pena alternativa dei domiciliari. Il fatto è accaduto nella città di Torino dove l'uomo, dopo il patteggiamento, ha presentato ricorso in Cassazione per bloccare l'esecuzione delle sentenza.
Si è poi rivolto al Tribunale del riesame che gli ha concesso i domiciliari considerando ridotte le esigenze di natura cautelare. Nell'impianto motivazionale il Tribunale ha dato anche rilievo alla spiegazione fornita dall'imputato il quale, durante il processo, aveva detto di essere dispiaciuto per l'accaduto ma di aver avuto bisogno di soldi per mantenere la famiglia e un figlio appena nato essendo all'epoca dei fatti privo di lavoro.
(17/05/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Addio definitivo alla Siae
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
In evidenza oggi
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF