Sei in: Home » Guide Legali » Pillole » Le fondazioni

Le fondazioni

Le fondazioni sono enti il cui patrimonio è destinato a uno scopo di utilità pubblica (ad es. a uno scopo assistenziale o culturale). Sono dotate di personalità giuridica privata e il loro patrimonio deve essere adeguato a raggiungere lo scopo perseguito

La fondazione nel codice civile

[Torna su]

La fondazione trova la sua fonte di disciplina nel codice civile, che se ne occupa, unitamente all'associazione, agli articoli 14 e seguenti.

Fondazioni e associazioni

La fondazione e l'associazione sono tuttavia due enti da tenere ben distinti, in quanto, ad esempio, mentre nelle associazioni esiste una volontà che si forma al suo interno e che deriva da coloro che ne fanno parte, nelle fondazioni esiste una volontà esterna che è quella del fondatore. 

Nelle associazioni, inoltre, gli organi sociali sono eletti democraticamente, mentre nelle fondazioni l'organo di governo è designato con le modalità previste nello statuto.

Come si costituisce una fondazione

[Torna su]

La fondazione può sorgere con due diverse modalità, in quanto essa può essere:

  • costituita con atto pubblico
  • disposta con testamento

Una volta sorta, va iscritta nel Registro delle persone giuridiche private.

Il fondatore, in ogni caso, può revocare l'atto di fondazione fino a che non vi sia stato il riconoscimento o fino a che non abbia fatto iniziare l'attività dell'opera disposta. La revoca non è tuttavia possibile per gli eredi.

Gli organi della fondazione

[Torna su]

Ogni fondazione si compone di un Presidente, di un Consiglio di amministrazione ed, eventualmente, di altri organi, come ad esempio un'assemblea.

Vi deve essere, poi, un organo di controllo contabile che effettui le necessarie verifiche sulla tenuta della contabilità e del bilancio.

Esempi di fondazioni

[Torna su]

Le fondazioni costituite a livello nazionale sono innumerevoli e, quindi, è impossibile procedere a un elenco completo delle stesse.

Per fare alcuni esempi, sono fondazioni famose:

  • la fondazione Agnelli, finalizzata all'approfondimento e alla conoscenza delle condizioni da cui dipende il progresso economico, scientifico, sociale e culturale italiano;
  • la fondazione Luigi Einaudi, che persegue lo scopo di formare giovani studiosi nel campo degli studi economici, politici e storici;
  • la fondazione AIRC, per la ricerca sul cancro;
  • la fondazione Umberto Veronesi, che promuove il progresso scientifico, tra le altre cose erogando delle borse di ricerca per medici e ricercatori. 

Tipologie di fondazioni

[Torna su]

In base alla loro natura, alle modalità di intervento, all'operatività e alle caratteristiche che le contraddistinguono in concreto, le fondazioni possono essere ricondotte a diverse tipologie.

Ad esempio, si parla di fondazione operativa quando i progetti o i servizi sono gestiti direttamente (si pensi, ad esempio, alla gestione di biblioteche o parchi).

Quando la fondazione eroga delle competenze o delle risorse finanziare a terzi, si parla di fondazione d'erogazione.

La fondazione di famiglia, invece, è quella che è sorta con il fine di portare avanti, negli anni, il valore e le idee del fondatore - capostipite.

Possiamo infine citare le fondazioni di comunità, che raccolgono fondi per valorizzare un certo territorio e gestire beni pubblici di rilevanza locale.

La fondazione di partecipazione

[Torna su]

Un cenno a parte merita, infine, la fondazione di partecipazione, che è un ente che si colloca a metà strada tra una fondazione e un'associazione e che si caratterizza per il fatto di essere istituita non da un solo soggetto ma da più enti, che hanno in comune il perseguimento dei medesimi obiettivi.

I fondatori, nella fondazione di partecipazione, partecipano alla gestione e alle decisioni in maniera attiva.

Aggiornamento 5 marzo 2020