Case all'estero: modifiche Imu

Indice della guida

Nuove indicazioni anche per quel che concerne le modifiche Imu relative alle case all’estero: l’imposta, infatti, non è dovuta nel caso in cui l’importo risulti inferiore ai 200 euro. Ai fini dell’imposta, il valore dell’immobile non è determinato più dal solo valore di mercato, ma anche dal valore impiegato nel Paese in cui la casa si trova per le imposte sui trasferimenti e per le imposte patrimoniali. Gli italiani che hanno un impiego all’estero per lo Stato (i diplomatici, per esempio), hanno diritto a una diminuzione dell’aliquota del 0.4 %, unicamente per il periodo di tempo in cui si lavora fuori dall’Italia. La detrazione di 200 euro viene riconosciuta nel caso in cui la casa sia l’abitazione principale.

Print Friendly and PDF
Newsletter f g+ t in Rss