La digitalizzazione dei fascicoli darà la possibilità ai soggetti interessati (parti, avvocati, giudici) di avere l'accesso integrale per via telematica a tutti gli atti depositati e la riduzione dei tempi di consultazione

Pnrr, prosegue il piano di digitalizzazione

[Torna su]

I progressi nell'ambito della giustizia con la spinta del Pnrr iniziano a vedersi. Sono più di 11 milioni i fascicoli giudiziari ibridi e cartacei relativi agli anni 2016-2026 ad essere digitalizzati secondo una procedura negoziata in 15 lotti e con valore base d'asta di oltre 68 mln/. Questi i termini fissati dal ministero della Giustizia nell'ambito della missione "Digitalizzazione, innovazione e sicurezza nella p.a." finanziata con i fondi del Piano nazionale di resistenza e di resilienza.

I fascicoli da digitalizzare

[Torna su]

Sul fronte digitalizzazione, la Ministra alla Giustizia, Marta Cartabia, dopo la Camera ha riferito in audizione al Senato sintetizzando le principali linee di intervento attuate sul fronte giustizia. La Guardasigilli ha evidenziato che sono stati sviluppati due grandi filoni: la digitalizzazione dei fascicoli giudiziari, che, nell'arco di dieci anni (2016-2026), riguarderà 11 milioni di fascicoli e dall'altro implementazione di un data lake, un sistema in cui far confluire moltissimi dati per le più varie finalità. Nello specifico, i fascicoli riguardano processi civili di merito, di primo e di secondo grado, dei Tribunali e delle Corti d'Appello presenti sull'intero territorio nazionale (esclusi gli atti di ruolo generale degli affari di volontaria giurisdizione), nonché dei processi di legittimità emessi dalla Corte Suprema di Cassazione.

Le novità della digitalizzazione

[Torna su]

La digitalizzazione dei fascicoli darà la possibilità ai soggetti interessati (parti, avvocati, giudici) di avere l'accesso integrale per via telematica a tutti gli atti depositati e la riduzione dei tempi di consultazione. Il Ministero Della Giustizia - (Dog) per l'avvio della procedura negoziata, utilizzerà la piattaforma Mef/Consip in modalità ASP (Application Service Provider) garantendosi anche il supporto tecnico fornito da Consip per la pubblicazione della gara. L'utilizzo a titolo gratuito della piattaforma per le "gare in ASP" permetterà alle amministrazioni di realizzare in autonomia le gare per proprie specifiche esigenze di acquisto, avvalendosi del supporto e l'assistenza di Consip.


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: