Il decreto legge MIMS introduce novità in materia di infrastrutture e mobilità sostenibili. In particolare per la mobilità elettrica

Nuovo decreto infrastrutture

[Torna su]

Arrivano dal Consiglio dei ministri le "Disposizioni urgenti per la sicurezza e lo sviluppo delle infrastrutture, dei trasporti e della mobilità sostenibile, nonché in materia di grandi eventi e per la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (decreto-legge). Il Cdm, su proposta del Presidente Mario Draghi, del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini e del Ministro dell'economia e delle finanze Daniele Franco, il 15 giugno 2022 ha approvato un decreto legge che introduce novità in materia di infrastrutture e mobilità sostenibili.

Si segnalano alcune misure introdotte.

Uso mascherine sui mezzi pubblici

[Torna su]

Il decreto stabilisce la proroga al 30 settembre 2022 dell'obbligo dell'uso delle mascherine Ffp2 sui mezzi pubblici di trasporto esclusi gli aerei, nelle Rsa e nelle strutture sanitarie.

Sviluppo della mobilità elettrica

[Torna su]

Arrivano sanzioni più chiare per chi trucca le bici elettriche per andare più veloce. Si aggiunge alle esistenti una nuova categoria di queste bici: quelle dedicate al trasporto merci, con vano per appoggiare oggetti come i borsoni frigo dei rider e motore di potenza doppia rispetto al normale, dato il maggior peso da trasportare.

Dunque attribuita una qualificazione giuridica alle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici in considerazione della tipologia di strada su cui insistono. In particolare, le infrastrutture (colonnine) di ricarica che sono collocate nelle aree di servizio sono ricomprese nelle 'pertinenze di servizio'.

Velocizzazione opere per il Giubileo 2025

[Torna su]

In vista del Giubileo della Chiesa Cattolica del 2025, per assicurare la realizzazione nei tempi previsti delle opere e dei lavori funzionali alle celebrazioni, il decreto prevede misure di accelerazione delle procedure per la Valutazione di impatto ambientale (VIA), in analogia a quanto già previsto per gli interventi inseriti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) e il Piano Nazionale Complementare (Pnc). Per gli interventi di messa in sicurezza e manutenzione straordinaria delle strade comunali, lo sviluppo e la riqualificazione delle strade di ingresso in città e di collegamento, sarà possibile stipulare apposite convenzioni con l'Anas.

Interventi per Venezia

[Torna su]

Per aumentare la ricettività delle navi da crociera a partire dalla stagione 2022, saranno realizzati ulteriori attracchi temporanei. In particolare, un ulteriore punto di attracco temporaneo sarà realizzato nel porto di Chioggia.

Sarà resa operativa l'Autorità per la Laguna di Venezia, che assume il nome di "Autorità per la Laguna di Venezia - Nuovo Magistrato delle Acque".



In evidenza oggi: