ASS.I.O.M. - Associazione Italiana degli Organismi di Mediazione - ha pubblicato l'Analisi Economica della Mediazione Civile, un elaborato che svela il fatturato 2021 degli organismi di mediazione e i vantaggi per lo Stato
mani che si stringono in un accordo

Analisi economica della mediazione civile

[Torna su]

Anche quest'anno l'ASS.I.O.M. - l'Associazione Italiana degli Organismi di Mediazione - ha pubblicato l'Analisi Economica della Mediazione Civile, un elaborato che svela il fatturato del 2021 degli organismi di mediazione civile e i conseguenti vantaggi economici dello Stato.

Partendo dai dati messi a disposizione dell'Ufficio Statistiche del Ministero della Giustizia, l'elaborato evidenzia come anche per l'anno 2021, nonostante tutto, la mediazione civile ha rappresentato un valido strumento alternativo al giudizio per risolvere velocemente i conflitti di cittadini e imprese e, a ben vedere, è stata anche una voce di notevole guadagno per il bilancio dello Stato.

Valore economico della mediazione civile

[Torna su]

"I numeri parlano chiaro: il valore economico della mediazione civile per l'erario sfiora i 50.000.000 di euro annui"

Tuttavia, si registra un tasso di mancata partecipazione al tavolo della mediazione ancora troppo elevato: il 45,90%.
E' necessario, quindi, promuovere l'adesione effettiva alla procedura di mediazione, censurando e sanzionando quei comportamenti che vedono le parti chiamate dichiarare laconicamente che non sussistono i presupposti per proseguire nel tentativo di un bonario componimento della lite.

I numeri del Ministero della Giustizia ci dicono proprio il contrario: il tasso di successo è pari al 45,8% quando le parti accettano di sedersi al tavolo della mediazione anche dopo il primo incontro.

Guardando però il bicchiere mezzo pieno, possiamo dire che i ripetuti inviti di potenziamento della mediazione civile, che anche noi facemmo alle istituzioni (cfr. articolo dell'11 gennaio 2019, "Mediazione civile: quanto ci guadagna lo Stato"), sono stati finalmente accolti e questo ci fa ben sperare per il futuro delle adr e della mediazione civile in particolare.

Mediazione e riforma della giustizia

[Torna su]

La legge 26 novembre 2021, n. 206 - delega sulla riforma della giustizia civile e revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie - voluta dal Ministro Cartabia ha previsto infatti l'estensione del ricorso alla mediazione, in via preventiva e quale condizione di procedibilità, anche nelle seguenti materie: contratti di associazione in partecipazione, di consorzio, di franchising, di opera, di rete, di somministrazione, di società di persone e di subfornitura.

Ovviamente ci sono anche altre importanti previsioni volte a migliorare l'istituto. Intanto, restiamo in attesa di verificare l'esito dei lavori svolti dal tavolo tecnico ministeriale per la stesura dei decreti attuativi, presieduto dal prof. Filippo Danovi, Vice Capo dell'Ufficio Legislativo, al quale la nostra Associazione invia un sincero augurio di buon lavoro.

Puoi scaricare l'Analisi Economica della Mediazione Civile cliccando qui


Prof. Avv. Giovanni GIANGRECO MAROTTA

Professore di Diritto della Mediazione presso l'Università Popolare degli Studi di Milano - Università di Diritto Internazionale

Presidente di Primavera Forense

Iscritta al n. 322 del Registro degli Organismi di Mediazione e al n. 178 dell'Elenco degli Enti di Formazione per Mediatori tenuti dal Ministero della Giustizia.

--------------------------------------------------------------------

Primavera Forense S.r.l.
Via Santamaura, 46 - 00192 Roma

Orario continuato: dalle 9:30 alle 18:00

Tel. +39 06.47.41.96.7

Fax +39 06.92.91.22.33

P.I.: 13949171006

cod: M5UXCR1

pec: primaveraforense@legalmail.it

primaveraforense. it


Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: