Il regime forfettario si applica, anche per il 2020, a coloro che, nell'anno precedente, non hanno conseguito ricavi o compensi superiori a 65mila euro
mani indicano la parola tasse

Regime forfettario 2020: nessuna novità

[Torna su]

Per il 2020 erano attese alcune novità per il regime forfettario che, invece, non sono arrivate.

Di conseguenza, anche quest'anno tale regime di tassazione agevolata si applica a coloro che sono in possesso dei requisiti già previsti lo scorso anno.

Regime forfettario 2020 e limiti di fatturato

[Torna su]

Nel 2020, quindi, non sono previsti limiti di fatturato differenziati in base ai codici ATECO, ma possono accedere al regime forfettario tutti coloro che, nel 2019, hanno conseguito ricavi o compensi per un importo complessivo non superiore a 65mila euro.

Altri requisiti

[Torna su]

Per poter accedere al regime forfettario 2020 non bisogna poi partecipare a società di persone, associazioni o imprese familiari né controllare s.r.l. o associazioni in partecipazione che esercitano attività connesse a quelle svolte con partita Iva. Infine, le eventuali spese per lavoro accessorio o dipendente e per compensi a collaboratori non devono superare i 20 mila euro lordi.

Regime forfettario 2020: gli esclusi

[Torna su]

I predetti requisiti non bastano per poter accedere al regime forfettario a coloro che, nel 2019, hanno percepito redditi di lavoro dipendente e/o assimilati per più di 30mila euro, a meno che il relativo rapporto lavorativo sia cessato.

La disciplina del regime fiscale in commento conosce poi ulteriori specifiche esclusioni, come ad esempio quelle valide per coloro che effettuano operazioni di cessione di fabbricati o loro porzioni, di terreni edificabili o di mezzi di trasporto nuovi.

Per approfondimenti vai alla guida Il regime forfettario

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: