Risarcimento per trasferimento da incompatibilità ambientale: regole per dimostrare il danno subito a seguito di un provvedimento amministrativo
Militari in divisa e in fila

Elementi del danno

In tema di esercizio del potere amministrativo e dei limiti che questo può incontrare, il soggetto che si assume leso da quell'esercizio deve essere in grado di dimostrare:

1) il danno,
2) il nesso causale tra il provvedimento ed il pregiudizio subito,
3) la colpa (o, a fortiori, il dolo) dell'amministrazione, da intendersi come colpa di apparato riferibile all'Ente pubblico nel suo insieme.

Categorie del danno

In materia di richiesta di risarcimento del danno conseguente ad un provvedimento di trasferimento per incompatibilità ambientale, già annullato in sede giurisdizionale, le richieste risarcitorie potrebbe riguardare:

a) il danno patrimoniale (si pensi al costo di un'eventuale pendolarismo quotidiano, o altro),
b) il danno non patrimoniale (si pensi al demansionamento nella nuova sede di assegnazione, nel caso in cui ad esempio si passi da comandante a funzioni di addetto),
c) il danno psicologico (si pensi alla frustrazione personale derivata dalla vicenda e dal connesso stress familiare).

Responsabilità dell'amministrazione

Ebbene, se questi sono i criteri di riferimento, occorre tenere presente che la responsabilità risarcitoria dell'amministrazione non nasce dalla semplice illegittimità dell'atto, ma richiede l'elemento soggettivo.
In pratica, l'illegittimità sfocia in illiceità quando l'agire amministrativo, oltre che contrastare con norme sia il frutto di una condotta negligente, superficiale, imperita in grado di ledere in via diretta ed immediata, in modo attuale e concreto, una situazione giuridica protetta dell'amministrato.
Dunque, come sopra anticipato, il soggetto che si assume leso da quell'esercizio deve essere in grado di dimostrare: il danno, il nesso causale tra il provvedimento ed il pregiudizio subito, la colpa (o, a fortiori, il dolo) dell'amministrazione, da intendersi come colpa di apparato.
In definitiva, anche in tema di trasferimento (annullato) d'autorità del militare, come tale appartenente al genus degli ordini, per accordare un risarcimento al dipendente occorrerà provare il carattere colpevole della condotta illegittima dell'amministrazione.

Altre informazioni?
Contatta l'Avv. Francesco Pandolfi
3286090590
avvfrancesco.pandolfi66@gmail.com
Francesco Pandolfi
Francesco Pandolfi | Avvocato
E-mail: francesco.pandolfi66@gmail.com - Tel: 328.6090590
Recapiti: Via Giacomo Matteotti 147, 4015 Priverno LT
Si occupa principalmente di Diritto Militare in ambito amministrativo, penale, civile e disciplinare ed и autore di numerose pubblicazioni in materia.
Altre informazioni su questo argomento? Richiedi una consulenza all'Avv. Pandolfi
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: