Comprare follower se praticato in modo legale e trasparente non ha conseguenze, in caso contrario invece il social può addirittura cancellare il profilo
tenere con le mani cartello con like facebook

di Annamaria Villafrate - Comprare follower per la pagina Facebook o il proprio profilo per fini professionali è una strategia al confine tra legalità e illiceità. Prima di ricorrere a una pratica di questo tipo è opportuno verificare sempre che cosa prevede la policy del social network a cui si è iscritti e che si vuole utilizzare per promuovere il proprio brand o prodotto. In caso di violazione il social potrebbe adottare provvedimenti irreversibili.

Prima però di analizzare se la pratica è legale o meno e quali sono le conseguenze vediamo chi sono i follower, come si diventa tali e a che cosa servono.

Cosa significa follower

[Torna su]

Chi ha un profilo social conosce sicuramente il termine follower. Il follower è un seguace, un utente social realmente interessato ai contenuti pubblicati da un altro iscritto, in genere un brand o un libero professionista che utilizza la piattaforma a cui è iscritto per fare personal branding e aumentare la propria cerchia di contatti.

Il termine follower è utilizzato in riferimento ai social più noti come Facebook, Twitter e Instagram, che hanno una sezione, chiamata news feed, in cui vengono continuamente pubblicate contenuti che i fruitori possono leggere per restare aggiornati. I contenuti pubblicati possono essere veri e propri articoli, brevi post, una combinazione di testo e immagini, video, infografiche, slide che gli utenti seguono, mostrando un serie interesse a ricevere gli aggiornamenti di un'azienda o di un altro utente.

Come si diventa follower

[Torna su]

Il termine follower assume un significato diverso in base al social a cui si fa riferimento. Per diventare un follower su Facebook è sufficiente mettere "Mi piace" a una pagina di interesse, che non deve essere confusa con il profilo degli utenti privati. La pagina infatti viene usata dai liberi professionisti, dagli imprenditori o dalle aziende, per promuovere la loro attività e farsi un po' di pubblicità.

Il discorso cambia se si parla di Twitter, Instagram e YouTube, perché i profili su questo social sono tutti pubblici, per cui ogni utente può seguire chiunque, senza dover fare nulla in particolare, se non decidere, ad esempio, come nel caso di Twitter, di "seguire", come si dice in gergo, una certa persona, che in gergo si definisce following. In ogni caso, in generale, i follower diventano tali perché sul web trovano facilmente le persone o i brand da seguire, non solo tramite ricerche dirette e indirette, ma anche attraverso siti di news o suggerimenti automatici inviati all'utente iscritto alla piattaforma.

A cosa servono i follower

[Torna su]

I follower sui social sono importanti per due motivi:

  • per promuovere il proprio marchio o prodotto se si è attività;
  • per chi aspira a diventare un influencer servono per acquisire credibilità agli occhi di un'azienda che potrebbe decidere di rivolgersi a questa nuova figura "professionale" per fargli reclamizzare in modo spontaneo e naturale i propri prodotti o brand.

Come accade per la pubblicità tradizionale quindi, riuscire a conquistare dei follower, per un'azienda o un professionista, significa destare interesse e nel tempo trasformare questi seguaci prima in contatti e poi in clienti finali, anche perché il più delle volte i contenuti pubblicati per finalità commerciali contengono link che rinviano al sito, in cui si trovano i prodotti o i servizi da acquistare.

Comprare follower è legale?

[Torna su]

Quanto detto finora fa intuire che per conquistare i propri follower è necessario lavorare sodo, pubblicare contenuti utili, accattivanti e interessanti per riuscire, con il tempo, a crearsi la propria squadra di seguaci interessati a ciò che si vende o si fa. Come in ogni settore però, molti cercano delle scorciatoie, delle soluzioni rapide per ottenere risultati. Da qui l'acquisto dei follower.

Questa pratica, è bene precisarlo, viene regolamentata dalle policy dei social, a cui occorre sempre fare riferimento per evitare problemi. C'è da dire però che in linea generale la pratica, se svolta nel modo corretto e da aziende che rispettano l'etica dei social e del web, è del tutto legale.

L'attività infatti è da considerarsi legale se l'agenzia di social media marketing incaricata di fatto effettua una consulenza, monitorando ciò che accade sul social e sul web, individuando l'algoritmo del social network per il quale si desidera incrementare il numero dei follower, in modo da proporre i contenuti e i prodotti solo a chi è veramente interessato o comunque rientra nel target dei soggetti potenzialmente interessati. Si deve trattare insomma di una strategia mirata, studiata a tavolino per fare in modo che poi gli utenti del social arrivino sulla pagina Facebook o sul profilo Instgram o Twitter perché conquistati e attirati in modo trasparente.

Sono invece illegali gli acquisti di "pacchetti" di follower per mezzo di strategie truffaldine e poco chiare, attraverso la creazione di profili falsi, impiego di bot e app un metodo che non sono contravviene alle regole del web e del social, il più delle volte crea solo un picco numerico iniziale di follower, per poi ridiscendere, senza quindi garantire il mantenimento del risultato raggiunto nel tempo.

Acquisto follower illegale: cosa si rischia?

[Torna su]

Alla luce di quanto sopra è chiaro che in assenza di una legge che vieta l'acquisto di follower illegale, per conoscere le conseguenze di chi mette in atto queste pratiche scorrette per farsi pubblicità, occorre fare riferimento alla regolamentazione del social network interessato, che nei casi più estremi può sospendere il profilo dell'azienda o del libero professionista e nei casi più gravi cancellarlo. Per quanto riguarda invece l'agenzia che ha fornito la consulenza, potrebbe essere citata dal social network per danni e condannata a risarcirla per violazione delle condizioni contrattuali.

Si ricorda comunque che da tempo i social non danno valore ai numeri, o almeno non come in passato. Per una corretta strategia di social media marketing è molto meglio cercare di creare fiducia e interagire con i propri follower e avere pazienza. Solo così i risultati saranno stabili, ma soprattutto "reali."

Leggi anche:

- Che valore legale hanno i follower su Facebook?

- Con 300 euro si possono comprare 25mila follower

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: