Per il quinto anno analizziamo la giurisprudenza più simpatica a tema natalizio, dai babbo Natale privi del marchio CE alla salvezza dei mercatini di Trento
albero di Natale con faccia e martello

di Valeria Zeppilli - Com'è ormai tradizione, sotto le festività di fine anno analizziamo le sentenze più bizzarre e spiritose sul tema del Natale, emanate negli ultimi anni.

Ecco l'edizione 2019 della rubrica "La giustizia sotto l'albero!":

Babbo Natale figures: occhio al marchio CE

[Torna su]

Se si è un rivenditore di addobbi e si vuole sfruttare il consumismo tipico delle feste per lavorare di più, bisogna prestare una certa attenzione. Ad esempio, prima di mettere in vendita dei pupazzi raffiguranti Babbo Natale occorre accertarsi che gli stessi abbiano il marchio CE.

In caso contrario, come emerge dalla sentenza numero 41694/2014, sebbene il fatto non costituisca più reato, sarà difficile salvarsi dalla sanzione amministrativa per violazione dell'articolo 11 del decreto legislativo n. 54/2011.

Acquistare un albero di Natale non salva dall'estorsione

[Torna su]

Come si evince, invece, dalla sentenza numero 24116/2016, recarsi in un negozio al solo fine di acquistare un albero di Natale non è un comportamento sufficiente a escludere la partecipazione dell'acquirente alla condotta estorsiva perpetrata da altri in danno del negoziante.

Se, infatti, esistono i gravi indizi di colpevolezza, il fine di portare via un abete da addobbare non basta a rendere legittima e innocente la visita nel punto vendita.

Mercatini di Natale: il TAR li salva

[Torna su]

Per tutti gli appassionati di mercatini di Natale, infine, possiamo segnalare un'importante pronuncia amministrativa dei giorni scorsi: i mercatini di Trento sono salvi e continueranno a essere aperti anche quest'anno.

Seppure a chiusura solo della fase cautelare, infatti, il TAR di Trento ha respinto il ricorso con il quale era stata contestata la legittimità dell'autorizzazione all'occupazione di suolo pubblico rilasciata dal Comune.

Più in particolare, il ricorso era stato presentato da una società che si era vista negare l'occupazione. Il TAR, in via cautelare, ha ritenuto non sussistente una prognosi favorevole all'accoglimento delle doglianze, lasciando aperta l'attrattiva per i turisti di tutta Italia, in attesa di entrare nelle prossime settimane nel merito della vicenda.

Vietate le renne in giardino ... e dare della Befana costa caro!

[Torna su]

Dal divieto di addobbare il giardino con le renne ricreando la slitta di Babbo Natale, al rivelare che lo stesso non esiste, sino ai rischi per chi dà della Befana a qualcuno, ecco la carrellata di sentenze protagoniste delle edizioni precedenti:

- La giustizia sotto l'albero! Edizione 2018

- La giustizia sotto l'albero! Edizione 2017

- La giustizia sotto l'albero! Edizione 2016

- La giustizia sotto l'albero! Edizione 2015

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

(25/12/2019 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Coronavirus, udienze da remoto: le linee guida del Csm
» Bonus 600 euro anche ad avvocati e ordinisti: firmato decreto