Sei in: Home » Articoli

Magistratura ordinaria: in Gazzetta il bando per 310 posti

Condividi
Seguici

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale un nuovo concorso per magistrati ordinari: le istanze di partecipazione dovranno essere inviate entro il 19 dicembre 2019
giudice tiene bilancia

di Gabriella Lax - È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale un nuovo concorso per magistrati ordinari: un bando per 310 posti, indetto con decreto ministeriale del 29 ottobre 2019 (in allegato).

  1. Concorso magistrati: domande entro il 19 dicembre
  2. Requisiti per l'ammissione al concorso
  3. Concorso magistrati: le prove d'esame

Concorso magistrati: domande entro il 19 dicembre

La procedura di compilazione ed invio della domanda di partecipazione al concorso è possibile interamente ed esclusivamente per via telematica. Il candidato dovrà collegarsi e registrarsi nell'apposita sezione sul sito del Ministero della Giustizia, inserendo le credenziali di autenticazione richieste dal bando. Dopo la registrazione, il candidato dovrà compilare il form di domanda disponibile sul sito e registrare i dati inseriti; il sistema informatico notificherà al candidato il file contenente la domanda di partecipazione che dovrà essere stampata, firmata, scansionata in formato pdf unitamente a copia del documento di riconoscimento ed alla ricevuta di versamento del diritto di segreteria. E, infine, inviata attraverso l'upload/caricamento sul sito. Le istanze di partecipazione dovranno essere inoltrate tassativamente, entro il 19 dicembre 2019.

Requisiti per l'ammissione al concorso

Per essere ammesso al concorso è necessario che l'aspirante:

- sia cittadino italiano;

- abbia l'esercizio dei diritti civili;

- sia di condotta incensurabile;

- sia fisicamente idoneo all'impiego a cui aspira;

- sia in posizione regolare nei confronti del servizio di leva al quale sia stato eventualmente chiamato;

- non sia stato dichiarato per tre volte non idoneo nel concorso per esami alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda;

- sia in regola con il pagamento del diritto di segreteria; a tal fine il candidato deve indicare in domanda l'avvenuto versamento in conto entrata del bilancio dello Stato della somma di euro 50,00, quale contributo per la copertura delle spese della procedura concorsuale. Il versamento potrà essere effettuato, specificando la causale "concorso magistratura ordinaria anno 2019", mediante bonifico bancario o postale sul conto corrente con codice IBAN IT 62O 07601 14500001020172217, intestato alla Tesoreria dello Stato, capo XI, capitolo 2413, articolo 17, oppure mediante bollettino postale sul conto corrente postale n. 1020172217, intestato alla Tesoreria dello Stato, capo XI, capitolo 2413, articolo 17, oppure mediante versamento in conto entrate tesoro, capo XI, capitolo 2413, articolo 17, presso una qualsiasi Tesoreria dello Stato.

Possono partecipare al concorso, tra gli altri: gli abilitati all'esercizio della professione forense e, se iscritti all'albo egli avvocati, non incorsi in sanzioni disciplinari, i magistrati amministrativi e contabili, i magistrati onorari (che abbiano svolto la funzione per almeno 6 anni senza demerito), i dipendenti statali e delle amministrazioni locali laureati in giurisprudenza con qualifiche dirigenziali e almeno 5 anni di anzianità nella qualifica, i laureati in giurisprudenza (con diploma conseguito presso le scuole di specializzazione per le professioni legali, ovvero dottorato di ricerca in materie giuridiche, o ancora che abbiano concluso lo stage presso gli uffici giudiziari o abbiano svolto il tirocinio professionale per 18 mesi presso l'avvocatura dello Stato).

Concorso magistrati: le prove d'esame

L'esame del concorso per diventare giudici ordinari è costituito da una prova scritta (tre elaborati teorici nelle materie di diritto civile, diritto penale e diritto amministrativo) e da una prova orale (su diritto civile ed elementi fondamentali di diritto romano; procedura civile; diritto penale; procedura penale; diritto amministrativo, costituzionale e tributario; diritto commerciale e fallimentare; diritto del lavoro e della previdenza sociale; diritto comunitario; diritto internazionale pubblico e privato; e, ancora, elementi di informatica giuridica e di ordinamento giudiziario; oltre ad un colloquio su una lingua straniera a scelta fra inglese, francese, spagnolo e tedesco).

Scarica pdf bando concorso 310 magistrati
(21/11/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Bollo auto 2020: le novità in arrivo
» Riforma del processo civile: ok del Governo

Newsletter f t in Rss