Sei in: Home » Articoli

Alcoltest: sette mesi di sospensione della patente bastano per 1,60 g/l

Così ha sancito il GdP di Padova, decidendo il caso di un automobilista che aveva dimostrato di non essere dipendente da alcol
bicchiere e chiavi auto concetto guida ubriachi

di Valeria Zeppilli - Se il livello di tasso alcolemico è di poco più elevato a quello massimo previsto per la violazione più lieve dell'articolo 186, comma 2, lettera b), del codice della strada, sette mesi di sospensione della patente possono ritenersi congrui.

A tal proposito si guardi a quanto deciso dal Giudice di Pace di Padova con la sentenza numero 250/2016 qui sotto allegata, con la quale è stato statuito che il periodo di sospensione della patente già scontato dal ricorrente e protrattosi dal 13 luglio 2015 al 16 febbraio 2016 dovesse ritenersi sufficiente come sanzione accessoria inflitta.

In capo all'automobilista, infatti, era stato accertato, in sede di controllo, un tasso alcolemico pari a 1,60 e quindi prossimo al limite di cui alla violazione più lieve fissata dal codice della strada per la guida in stato di ebbrezza (limite che va da 0,8 grammi per litro a 1,5 grammi per litro).

La vicenda

Nel caso di specie, l'automobilista si era opposto all'ordinanza con la quale, in conseguenza della predetta violazione, l'Ufficio Territoriale del Governo competente aveva ordinato in via provvisoria la sospensione della patente dell'automobilista per un anno.

Durante il giudizio dinanzi al Giudice di Pace, peraltro, era emerso anche che tutti gli accertamenti ai quali si era sottoposto il ricorrente per monitorare il consumo di alcol avevano dato esito negativo e avevano quindi escluso la dipendenza. Un elemento aggiuntivo che, unitamente allo scarso superamento del limite di tasso alcolemico, ha determinato il Giudice a ritenere sufficiente la durata della sospensione della patente al quale l'automobilista è stato sottoposto.


Si ringrazia il Consulente Tecnico Investigativo Giorgio Marcon per la cortese segnalazione

Giudice di Pace di Padova testo sentenza numero 250/2016
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed � dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche � Diritto del lavoro presso l'Universit� 'G. D'Annunzio' di Chieti � Pescara
(18/12/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Cassazione: esentasse le cause sotto i 1.000 euro
» Sta col padre il figlio che lo rifiuta
» Nuova tassa auto per il 2019
» Stralcio debiti fino a mille euro: come funziona
» Riforma processo civile: il no degli avvocati
Newsletter f g+ t in Rss