Sei in: Home » Articoli

La falsa testimonianza del prossimo congiunto

La deposizione del prossimo congiunto, l'elemento soggettivo, il contrasto sanato dalle Sezioni Unite
Uomo che giura ma incrocia le dita

Avv. Francesca Servadei - Il delitto di falsa testimonianza, sanzionato ai sensi dell'articolo 372 del codice penale, garantisce il corretto funzionamento dell'attività giudiziaria. Trattasi di reato comune in quanto il citato articolo non menziona una particolare ovvero una singolare persona preposta al compimento del reato e consiste sostanzialmente nel negare il vero, nell'affermare il falso, nel negare ovvero nel tacere su quanto si è interrogati.

La falsa testimonianza del prossimo congiunto

Una particolare circostanza si verifica quando i fatti sui quali deporre si riferiscano ad un prossimo congiunto; è d'obbligo affermare che la P.G. in sede di interrogatorio avvisa l'interrogato di potersi avvalere di non rispondere qualora i fatti riguardano i citati soggetti. È altresì opportuno sottolineare che la falsità non necessariamente debba cagionare un nocumento all'amministrazione, piuttosto è giuridicamente rilevante, in quanto l'attività giudiziaria sia pregiudicata, compromessa e quindi ostacolata nel raggiungere la verità processuale.

Elemento soggettivo della falsa testimonianza

Elemento soggettivo è il dolo generico che si concretizza nel negare il vero ovvero tacere sullo stesso. Alla fattispecie in esame si applica l'esimente ex articolo 384 del codice penale; analizzando la stessa si legge, al I comma, il carattere personale che riguarda solo il soggetto agente, per cui, si evince che tale reato non è applicabile nei confronti di chi abbia determinato altri a deporre.

La deposizione del testimone nonostante l'avvertimento della facoltà di astensione

Un particolare problema emerge nel caso in cui il testimone abbia deposto nonostante l'avvertimento della facoltà di potersi astenere. A fronte di tale problematica l'operatività dell'articolo 384 c.p., I comma, vigeva nell'ipotesi di non volontaria pericolosità della situazione configurandosi quindi la punibilità del prossimo congiunto. Altro orientamento criticava invece tale impostazione affermando che si rischiava di richiedere un requisito non previsto dalla norma violando pertanto il principio di legalità ed il divieto di analogia in malam partem che è proprio della causa di giustificazione dello stato di necessità che si riflette nell'esimente in esame.

Al fine di dirimere questo contrasto sono intervenute le Sezioni Unite della Suprema Corte, che con un consolidato orientamento (cfr. sentenza 7208 del 2008), hanno dato atto della stretta connessione tra l'articolo 384 c.p. e il 199 del codice di rito. Da ciò ne è derivato che tutelando i motivi di ordine affettivi, il legislatore ha statuito la facoltà di astenersi solo se ed in quanto l'interessato reputi di non dovere o non poter superare alcun conflitto.

Alla luce di tale affermazione gli Ermellini di Piazza Cavour hanno statuito che si deve ritenere che la causa di non punibilità non opera per il teste –prossimo congiunto che decida di deporre e dichiari il falso.

Avv. Francesca Servadei

Studio legale Servadei

Corso Giacomo Matteotti, 49

Albano Laziale (Roma)

Tel. 069323507

Cell: 3496052621

E-mail: francesca.servadei@libero.it

(10/07/2017 - Avv.Francesca Servadei) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Preavviso di licenziamento e dimissioni: durata, conseguenze e fac-simile
» Curriculum vitae: guida alla redazione con fac-simile
» Processo civile telematico: attenzione a come si deposita la sentenza impugnata in Cassazione!
» Equo compenso per tutti: avvocati e professionisti
In evidenza oggi
Udienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio è illegittimoUdienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio è illegittimo
Addio riparazione per lo stalkingAddio riparazione per lo stalking

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF