Sei in: Home » Articoli

I diritti reali

Quali sono e quali caratteristiche li accomunano
casa su sfondo giallo

di Valeria Zeppilli

Definizione

L'ordinamento giuridico italiano riconduce sotto la macro-categoria definita "diritti reali" i diritti soggettivi sulle cose, che attribuiscono al loro titolare un potere immediato e assoluto sul bene che ne costituisce l'oggetto. Si tratta di un'espressione che deriva dal latino ius in re, ovverosia diritto sulla cosa.

Tipologie di diritti reali

Il diritto reale per antonomasia Ŕ rappresentato dal diritto di proprietÓ. Esso, di certo, Ŕ quello che dÓ al titolare il pi¨ alto numero di facoltÓ che possono essere eserciate sulla cosa, ma non Ŕ l'unico.

I diritti reali conosciuti dall'ordinamento giuridico sono infatti sette e al diritto di proprietÓ si affiancano il diritto di usufrutto, il diritto di uso, il diritto di abitazione, il diritto di enfiteusi, il diritto di servit¨ e il diritto di superficie.

Differenze tra il diritto di proprietÓ e gli altri diritti reali

Rispetto alla proprietÓ, gli altri diritti reali si differenziano per due elementi fondamentali.

Innanzitutto per il contenuto, che Ŕ indubbiamente pi¨ circoscritto e che ha portato alla loro definizione quali diritti limitati, parziari o minori.

In secondo luogo per il fatto che essi si esercitano su cose di proprietÓ altrui, con la conseguenza di dover coesistere con il diritto di proprietÓ di un terzo. Tale caratteristica permette di identificare i diritti di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, servit¨ e superficie come diritti reali su cosa altrui.

Caratteristiche comuni

Nonostante ci˛ e nonostante le differenze specifiche tra l'uno e l'altro diritto reale, alcune caratteristiche accomunano tutti i diritti reali.

Innanzitutto vi Ŕ l'immediatezza del potere sulla cosa, ovverosia la possibilitÓ di esercitarlo senza doversi avvalere della cooperazione di altri soggetti.

A tale caratteristica si affiancano l'assolutezza e la patrimonialitÓ, ovverosia la possibilitÓ di far valere i diritti reali erga omnes e la possibilitÓ di valutare economicamente il loro contenuto.

Infine la tipicitÓ, ovverosia la circostanza che i diritti reali rappresentano un numero chiuso identificato con i sette diritti espressamente previsti dalla legge. Del resto, sin dal diritto romano gli istituti idonei a limitare il diritto di proprietÓ, riducendone il valore economico e rendendone difficile la circolazione, sono guardati con sfavore.

Prescrizione dei diritti reali su cosa altrui

A differenza di quanto accade per la proprietÓ, i diritti reali su cosa altrui si estinguono per non uso.

Il legislatore, infatti, Ŕ orientato a favorire il ristabilimento della piena proprietÓ e manifesta tale suo orientamento in diverse norme, tra le quali, appunto, quelle che sottopongono i diritti reali su cosa altrui a prescrizione ventennale.

Vediamo ora brevemente il contenuto dei diversi diritti reali di godimento.

ProprietÓ

La proprietÓ Ŕ il diritto di un soggetto di godere e di disporre di una cosa in maniera piena ed esclusiva, pur sempre nel rispetto dei limiti previsti dall'ordinamento giuridico e degli obblighi posti da quest'ultimo.

Usufrutto

L'usufrutto Ŕ il diritto di un soggetto (cd. usufruttuario) di godere di una determinata cosa e di trarne ogni utilitÓ. Il suo titolare Ŕ tuttavia tenuto a rispettare la destinazione economica del bene.

Uso

L'uso Ŕ il diritto di un soggetto di servirsi di un determinato bene e, qualora questo sia fruttifero, di raccoglierne i frutti. Tale ultima facoltÓ, tuttavia, Ŕ pi¨ limitata rispetto a quanto previsto per l'usufrutto, essendo circoscritta a quanto sia necessario al titolare del diritto per soddisfare i bisogni propri e della propria famiglia.

Abitazione

Il diritto di abitazione Ŕ quel diritto reale che pu˛ avere ad oggetto solo una casa e che consiste nel diritto di abitarla limitatamente ai bisogni del titolare e della sua famiglia.

Enfiteusi

L'enfiteusi Ŕ un diritto reale che attribuisce al titolare (cd. enfiteuta) la possibilitÓ di godere di un bene immobile, pagando un canone e migliorandolo. Esso ha generalmente come oggetto un fondo rustico, ma nulla toglie che possa avere come oggetto anche un fondo urbano.

Servit¨

La servit¨ Ŕ un diritto reale consistente nel peso o nella limitazione che vengono imposti a un fondo (detto fondo servente) per l'utilitÓ di un altro fondo (detto fondo dominante), di proprietÓ di terzi.

Essa comprende tutte le facoltÓ accessorie che sono indispensabili per il suo esercizio.

Superficie

Il diritto di superficie Ŕ il diritto di edificare o di mantenere una propria costruzione sul suolo o sul sottosuolo altrui. Non pu˛ avere ad oggetto le piantagioni.

I diritti reali di godimento e diritti reali di garanzia

Quelli che abbiamo citato sino ad ora, tuttavia, sono meglio definiti come diritti reali di godimento. Ad essi si affiancano altri due diritti reali, definiti diritti reali di garanzia.

Si tratta, in particolare, del pegno sui beni mobili e dell'ipoteca sui beni immobili che forniscono una garanzia per un determinato credito attribuendo al loro titolare il diritto di soddisfare quest'ultimo rivalendosi su una cosa altrui.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed Ŕ dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche ľ Diritto del lavoro presso l'UniversitÓ 'G. D'Annunzio' di Chieti ľ Pescara
(14/03/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Multe: sono nulle quelle fatte dal tutor usato come autovelox
» ResponsabilitÓ medica: la colpa lieve resta
» L'Inps cerca avvocati
» Carceri: ok alla riforma
» Separazione e divorzio: l'Istat modifica le schede dei tribunali


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss