Sei in: Home » Articoli

Avvocato finisce in manette per aver parlato troppo in aula!

Per fare zittire un legale che continuava a parlare, il giudice ha ordinato di ammanettarlo e farlo portare fuori dall'aula
Uomo in manette
di Giovanna Molteni - Da oltreoceano giunge una notizia che ha dell'incredibile: un avvocato che aveva continuato a parlare per difendere l'assistito - nonostante la Corte gli abbia intimato il silenzio - è stato ammanettato e condotto fuori dall'aula per non avere rispettato l'ordine del giudice.
A darne notizia è "The Wall Street Journal" che racconta nei dettagli di una vicenda occorsa in un'aula di giustizia di Las Vegas e che vede come protagonisti il giudice Conrad Hafen e il "public defender" Zohra Bakhtary.

Nel corso di un'animata discussione, il giudice aveva richiamato al silenzio il difensore che, però, nonostante i ripetuti ammonimenti, continuava a parlare per fare valere le ragioni del proprio assistito.

Dopo l'ennesimo richiamo alla Bakhtary che proprio non ne voleva sapere di concludere il suo intervento, il giudice lancia quello che può considerarsi un avvertimento risolutivo: "Non un'altra parola". Il public defender, incurante dell'"ultimatum", continua con la sua difesa e a quel punto il giudice chiede alle forze dell'ordine presenti in aula di intervenire e fa ammanettare il legale.

Mentre il giudice Hafen ha ribadito la legittimità della sua condotta a fronte delle continue interruzioni poste in essere dal public defender Zohra Bakhtary, quest'ultima ha stigmatizzato quanto accaduto, argomentando che la Corte ha il dovere costituzionale di ascoltare le tesi difensive e non già di zittire il legale che deontologicamente è tenuto a garantire sempre un'efficace difesa del cliente.
(02/06/2016 - Giovanna Molteni) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Riforma prescrizione: tu cosa pensi? Partecipa al sondaggio
» Asili e case di riposo: in arrivo le telecamere
» Bruciare rami e sterpaglie è reato?
» Arriva il certificato di successione
» Inps: le somme pagate in più non vanno restituite

Newsletter f g+ t in Rss