Sei in: Home » Articoli

Come riavere il porto d'armi svolgendo attività di maneggio denaro e di controllo anche notturno di imprese

Nota di commento alla sentenza del Tar Catanzaro sez. 1 n. 776 del 26 maggio 2014
Donna armata di pistola

Avv. Francesco Pandolfi - Nel caso in cui il titolare di porto d'arma abbia negli anni avuto il rinnovo della licenza, sulla base del positivo apprezzamento di una situazione contingente di pericolo data dal maneggio di denaro e della necessità di effettuare giri di controllo anche di notte presso una sede aziendale, l'eventuale diniego meriterà una specifica motivazione.

In caso contrario, il ricorso avverso il decreto prefettizio di rigetto dell'istanza di rinnovo della licenza di porto di pistola ad uso personale sarà accolto.

Logica e coerenza hanno evidentemente ispirato il Tar di Catanzaro nella decisione in commento.

In effetti, è del tutto chiaro che se il titolare della licenza chiede il rinnovo perché la situazione di pericolo si protrae, anzi addirittura si complica e si aggrava per effetto dell'avvio di un'altra attività imprenditoriale quale è quello di gestione e controllo di un centro ippico, l'Autorità non può e non deve trascurare questa specifica circostanza arrivando a negare in astratto l'esistenza del bisogno di portare con se l'arma.

L'Amministrazione che intenda negare il rinnovo deve per forza motivare in base a quali circostanze (diverse da quelle già prese in esame per il rilascio e il mantenimento dell'autorizzazione) sono venuti a mancare i presupposti per tale rinnovo.

Il principio di coerenza dell'azione amministrativa: tale principio consente pertanto al titolare di riavere, tramite ricorso al Tar, il suo porto d'arma, facendo leva sull'esistenza dei rinnovi pluriennali e sul legittimo affidamento da parte dell'interessato.

Cosa fare quindi nei casi simili?

E' semplice: dopo che è stato respinto il ricorso gerarchico avverso il decreto prefettizio di rigetto dell'istanza di rinnovo, rivolgersi con fiducia alla magistratura se ricorrono i criteri sopra sinteticamente enunciati.

Per contattare l'avv. Francesco Pandolfi

3286090590 francesco.pandolfi66@gmail.com

blog: www.pandolfistudiolegale.it

Francesco Pandolfi
E-mail: francesco.pandolfi66@gmail.com - Tel: 328.6090590
Recapiti: Via Giacomo Matteotti 147, 4015 Priverno LT
Si occupa principalmente di Diritto Militare in ambito amministrativo, penale, civile e disciplinare ed è autore di numerose pubblicazioni in materia.
Altre informazioni su questo argomento? Richiedi una consulenza all'Avv. Pandolfi
(06/12/2015 - Avv.Francesco Pandolfi)
In evidenza oggi:
» Avvocati anti crisi: divorzi a 200 euro
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» Il falso ideologico
» Resto al Sud: 200mila euro da gennaio ai giovani


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF