Sei in: Home » Articoli

Consiglio di Stato: la guida in stato di ebbrezza non blocca la concessione della cittadinanza

autovelox
La guida in stato di ebbrezza non blocca la concessione della cittadinanza. È questa la decisione adottata dai giudici di Palazzo Spada (sentenza n. 1037, depositata il 18 febbraio 2011) che hanno accolto il ricorso di un cittadino straniero il quale, vivendo da dieci anni nel nostro territorio, richiedeva la concessione della cittadinanza. In seguito alla negazione di tale richiesta, sulla base di una contravvenzione risalente al 1995, per guida in stato di ebbrezza, l'uomo faceva ricorso al Consiglio di Stato. I giudici amministrativi si secondo grado, accoglievano così la richiesta del cittadino straniero, spiegando che, sulla base di quanto prescrive l'art. 9 legge n. 91 del 1992, la concessione della cittadinanza è un provvedimento discrezionale adottato sulla base di una valutazione sull'avvenuta (o meno) integrazione del cittadino nel nostro territorio, (a nulla rilevando la contravvenzione per guida in stato di ebbrezza).
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/02/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF