Sei in: Home » Articoli

Cassazione: conducente del tram frettoloso? Rischia condanna se chiude le porte a passeggeri in salita

La Cassazione dice basta agli autisti di autobus maleducati. D'ora in avanti rischiano una condanna penale se quando chiudono le porte del mezzo pubblico non fanno attenzione ai passeggeri che stanno salendo. Se qualcuno si fa male, infatti, il conducente può finire sotto processo per il reato di lesioni colpose. I giudici di Piazza Cavour (sentenza 1832/2010) hanno confermato una condanna inflitta al conducende di un autobus di Milano che ora dovrà anche risarcire il danno provocato ad una signora caduta mentre stava salendo su tram. La donna aveva perso l'equilibrio proprio perchè mentre stava salendo sul mezzo si erano chiuse le porte. Il conducente era anche ripartito in modo improvviso e la donna cadendo aveva riportato una brutta frattura. Secondo gli Ermellini la colpa dell'accaduto ricade solo ed esclusivamente sul conducente del mezzo "che non si accerto' con la dovuta diligenza, prima di riprendere la marcia, che nessuno dei passeggeri si trovasse nello spazio dei predellini del tram".
Altre informazioni su questa sentenza
(16/01/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Bonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euro
» Il pignoramento
» Condominio: multe fino a 2mila euro al mese all'amministratore che non comunica i nomi dei morosi
» Niente testimoni se non sono indicati nella denuncia di incidente
» RC Auto: vietata la clausola che impone il carrozziere
In evidenza oggi
Strisce blu: senza bancomat sosta gratis, un'altra conferma da FirenzeStrisce blu: senza bancomat sosta gratis, un'altra conferma da Firenze
Bonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euroBonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euro
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF