Sei in: Home » Articoli

TAR Lazio: cure all'estero? Vanno sempre autorizzate se non Ŕ possibile farle in Italia

La Terza Sezione del Tribunale Amministrativo del Lazio (Sentenza n. 3112/2008) ha stabilito che le cure sanitarie all'estero, debbono essere sempre autorizzate dalle ASL nei casi in cui si tratta di prestazioni di altissima specializzazione che non vengono erogate nelle strutture italiane pubbliche o convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.
Con questa decisione i Giudici Amministrativi hanno accolto il ricorso di due genitori italiani che si erano visti negare l'autorizzazione dalla ASL di competenza, a fruire all'estero di prestazioni sanitarie di altissimo livello per il loro figlio minorenne.
(09/08/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» Appropriazione indebita: guida legale con articoli e sentenze
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest pu˛ risultare non punibile
» Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
» Obbligare la moglie a discutere Ŕ reato
» Avvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un errore
In evidenza oggi
Diritto alla salute del minore e affievolimento della responsabilitÓ del genitoreDiritto alla salute del minore e affievolimento della responsabilitÓ del genitore
Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimentoSeparazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF