Sei in: Home » Articoli

Cassazione: il provvedimento che impone al genitore non affidatario di contribuire alle spese per i figli non Ŕ titolo esecutivo

"Il provvedimento giudiziario con cui in sede di separazione personale si stabilisca, ai sensi dell'art. 155 c.c., comma 2, quale modo di contribuire al mantenimento dei figli, che il genitore non affidatario paghi, sia pure pro quota, le spese straordinarie relative ai figli, richiede, nell'ipotesi di non spontanea attuazione da parte dell'obbligato, al fine di legittimare l'esecuzione forzata, stante il disposto dell'art. 474 c.p.c., comma 1, un ulteriore intervento del giudice, volto ad accertare l'avveramento dell'evento futuro e incerto cui Ŕ subordinata l'efficacia della condanna, ossia la effettiva sopravvenienza degli specifici esborsi contemplati dal titolo e la relativa entitÓ, non suscettibili di essere desunte sulla base degli elementi di fatto contenuti nella prima pronuncia".
Attraverso tale principio, contenuto nella recente Sentenza n. 1758/2008, la Suprema Corte impone al genitore affidatario che intenda ottenere l'esecuzione forzata dell'obbligo contenuto nel suddetto provvedimento di adire nuovamente l'autoritÓ giudiziaria al fine di verificare la riconducibilitÓ degli esborsi sostenuti a quelli contemplati dal titolo.
(11/02/2008 - Silvia Vagnoni)
Le pi¨ lette:
» Trasferimento ex legge 104: l'istanza di cambio incarico non pu˛ essere trascurata dall'amministrazione
» Caregiver: in arrivo fino a 1.900 euro per chi assiste un familiare disabile
» Assicurazione avvocati: al via il countdown per l'obbligo di polizza
» Codice della strada: al via le multe europee
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
In evidenza oggi
Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal clienteTelefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
Avvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un erroreAvvocato: niente responsabilitÓ per il solo fatto di aver commesso un errore
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF