Sei in: Home » Articoli

Equitalia: come sapere se si è debitori

di Marina Crisafi - Debiti con il fisco, come fare a saperlo? C'è il servizio 'estratto contro online'
ganasce fiscali quitalia

di Marina Crisafi - Chi è convinto, dati i tempi che corrono, di non avere “pendenze” con il fisco scagli la prima pietra! Per chi, invece, non ne è proprio sicuro e vuole controllare di non essere iscritto, suo malgrado, nell'elenco dei debitori Equitalia, o, peggio ha già ricevuto una cartella esattoriale e vuole verificare, c'è uno strumento messo a disposizione dalla stessa società di riscossione sul proprio sito: l'”estratto conto” online.

Attraverso questo sistema, sia cittadini che imprese, possono conoscere la propria (eventuale) situazione debitoria a partire dall'anno 2000, senza doversi recare fisicamente allo sportello, ma anche avere contezza dei motivi dell'emissione delle cartelle esattoriali, controllare il rispetto dei termini, la regolarità delle notifiche, ecc.

Nell'ipotesi dell'accertamento della sussistenza di una posizione debitoria, la stessa potrà essere monitorata, gestendo e controllando sia i versamenti effettuati (o da effettuare) che le rateizzazioni e le procedure in corso, nonché eseguire il pagamento di avvisi e cartelle.

Il servizio è accessibile dal portale Equitalia (cliccando sulla sezione di preferenza “cittadini” o “imprese”), munendosi delle necessarie credenziali (nome utente, password) e del pin fornito dall'Agenzia delle Entrate per il “cassetto fiscale” o dall'Inps, richiedibile anche per via telematica tramite i rispettivi siti, oppure accedendo direttamente attraverso la Carta Nazionale dei Servizi.

Per chi invece non è “avvezzo” alla tecnologia, in caso di dubbi o di notifiche da parte di Equitalia non rimane che rivolgersi personalmente alla sede territorialmente competente, richiedendo l'estratto conto “debitorio” cartaceo.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(18/04/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF