Sei in: Home » Articoli

Cassazione: le molteplici conseguenze dell'infedeltà coniugale

separazione tradimento

di Licia AlbertazziCorte di Cassazione civile, sezione, sentenza n. 755 del 19 Gennaio 2015. 

Quali possono essere le conseguenze, operanti sul piano risarcitorio, di una condotta integrante infedeltà coniugale? Nel caso di specie la Suprema corte si pronuncia in merito alle censure promosse dal marito, il quale, condannato nel merito al versamento di assegno familiare per il mantenimento della prole, nonostante l'accertata condotta fedifraga della moglie non ha ottenuto il risarcimento del danno richiesto in primo grado.

Secondo la Cassazione il giudice del merito avrebbe correttamente fatto risalire l'evento danno, provocato dalla moglie, non come lesivo direttamente dell'integrità psicofisica del coniuge (domanda di risarcimento del danno originariamente proposta in sede di merito) ma legato alla sola sfera della reputazione

Ecco quindi come un unico evento danno può essere inquadrato come lesivo di un duplice ordine di interessi: da un lato, danneggiante il bene dell'integrità psicofisica, cioè della salute; dall'altro, lesivo di un bene non direttamente attinente la persona, ma la sua reputazione, danneggiante quindi i rapporti sociali dell'individuo. 

Secondo il ricorrente, il comportamento della moglie avrebbe integrato vero e proprio “pubblico scandalo” (“ossia di comportamenti pubblici, esterni, lesivi della dignità personale del coniuge”), dando di conseguenza origine a un vero e proprio illecito civile, avendo l'interessato patito disagio psicofisico, autonomamente accertabile e risarcibile. La Cassazione, attinendo la questione all'esame diretto sul fatto oggetto della controversia, non ravvisando alcun vizio nella motivazione riportata nella sentenza impugnata, rigetta il ricorso.

Per saperne di più vedi il testo integrale della sentenza qui sotto allegato.

E su questo tema vedi anche:

- Il tradimento: conseguenze legali
Il risarcimento dei danni al coniuge tradito
Vai al testo della sentenza 144/2015
(25/01/2015 - Avv.Licia Albertazzi)
Le più lette:
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
In evidenza oggi
Multe stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartellaMulte stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartella
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF