Diritto ed economia
Sei in: Home » Articoli

Notizie flash - ottobre 2013 -

notizieflash id14526.png
Dott. Roberto Paternicò. 


BREVI DALLA LEGGE DI STABILITA' 2014 (fase provvisoria)

FINANZIAMENTI DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI ALLE IMPRESE - ART. 3, COMMA 15: le competenze di Cassa depositi e prestiti S.p.A (CDP S.p.A.) prevedono la possibilità di utilizzare la provvista del risparmio postale per concedere agli intermediari bancari finanziamenti finalizzati a fornire capitale per l'erogazione del credito alle piccole e medie imprese. La fascia dei beneficiari non si limita più a dette imprese ma viene  ampliata a tutte le categorie di imprese, comprese le grandi, attualmente escluse.

BANDA LARGA - Art. 4, comma 10: si autorizza la spesa di 20,75 milioni di euro per l'anno 2014, per il completamento del Piano nazionale “banda larga” a favore delle aree attualmente non raggiunte da tali servizi per ridurre l'esclusione fisica e geografica delle zone scarsamente popolate e per migliorare la competitività del sistema delle imprese. Lo sviluppo delle delle infrastrutture sarà attuato con varie tecnologie (ad es., la tecnologia senza fili e satellitare). Secondo le previsioni, circa lo 0,5% della popolazione italiana (pari a circa 300 000 persone) dovrebbe beneficiare della misura. Gli interventi riguardano principalmente le tecnologie in banda larga, di base, che potrà essere implementata con quelle di nuova generazione.

CESSIONE IMMOBILI PUBBLICI  - Art. 10, comma 6: programma straordinario di cessioni d'immobili pubblici e non utilizzati per finalità istituzionali. Dovrà consentire introiti per il periodo 2014-2016 non inferiori a 500 milioni di euro annui.

SPENDING REVIEW (ULTERIORI MISURE) - Art. 10, commi 32-35: adozione di misure di ridimensionamento delle strutture e di ottimizzazione dell'uso degli immobili per una riduzione della spesa delle pubbliche amministrazioni non inferiore a 600 milioni di euro nell'anno 2015 e 1.310 milioni di euro a decorrere per gli anni 2016 e 2017. A decorrere dal 2015, le Regioni dovranno garantire un contributo alla finanza pubblica pari a 344 milioni di euro. A decorrere dal 2016, dovranno contribuire i Comuni per 275 milioni e per 69 milioni di euro le Province.

COMMISSARIAMENTO DELLE PROVINCE - ART. 10, COMMA 41: proroga al 30 giugno 2014 per le gestioni commissariali delle Province.

PATTO DI STABILITÀ INTERNO PER LE SOCIETÀ, LE AZIENDE SPECIALI E LE ISTITUZIONI DEGLI ENTI LOCALI - ART.15: Il patto di stabilità é esteso alle aziende speciali, le istituzioni e le società, non quotate, partecipate dagli enti territoriali. Devono concorrere alla realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica con una sana gestione dei servizi secondo criteri di economicità e di efficienza, realizzando un saldo economico e/o finanziario non negativo.

VARIE

BANCA D'ITALIA: SITUAZIONE PRESTITI E RACCOLTA DELLE BANCHE: Dai dati di Banca d'Italia, ad agosto 2013 i prestiti al settore privato hanno registrato una contrazione su base annua del 3,5% (-3,3% a luglio). I prestiti alle famiglie sono scesi dell'1,2% sui dodici mesi (-1,1% a luglio) mentre quelli alle imprese sono diminuiti, sempre su base annua, del 4,6% (-4,1% a luglio). Nello stesso periodo, migliora la raccolta bancaria: i depositi del settore privato sono cresciuti del 6,6% su base annua (5,9% a luglio). I tassi d'interesse, comprensivi delle spese accessorie, sui finanziamenti erogati ad agosto alle famiglie per l'acquisto di abitazioni sono scesi al 3,91 per cento (rispetto al 3,96 per cento di luglio) mentre quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo sono saliti al 9,64 per cento (9,52 per cento a luglio).

IVASS: TAVOLO TECNICO PER LA RIFORMA NEL SETTORE ASSICURATIVO: Con nota del 20.09.2013, l'IVASS informa circa la costituzione di un tavolo tecnico per affrontare le seguenti tematiche: definizione del nuovo criterio per le compensazioni tra imprese nell'ambito del risarcimento diretto del danno r.c. auto, nonché per la diffusione della telematica assicurativa, attraverso l'offerta volontaria delle cosiddette scatole nere; archivio integrato antifrode, avvio del processo di dematerializzazione dei contrassegni assicurativi e dell'attestato di rischio. Il “contratto base RCA” redatto in forma definitiva, stabilendo che esso possa essere fornito, anche, attraverso il web, consentendo così anche l'utilizzo più efficace del servizio “Tuo Preventivatore” (IVASS); potenziamento del risarcimento in forma specifica, anche, fuori dal sistema diretto; tempistica più stringente per la richiesta di risarcimento nell'r.c.a.; ulteriori interventi per una rivisitazione complessiva dell'attuale sistema “bonus malus”, al fine di garantire maggiore aderenza del sistema “per classi di merito” alle mutate condizioni di più alta mobilità del settore assicurativo.

ANTITRUST: INDAGINE SUI CONTI CORRENTI: Secondo l'Antitrust si ravvisano problemi per il pieno sviluppo della concorrenza nel settore bancario che impediscono una riduzione dei prezzi per il consumatore finale ed un aumento della mobilità della domanda. Per ottenere risparmi fino a 180 euro nei costi della tenuta dei conti correnti, occorre una maggiore informazione ai cittadini. L'indagine evidenzia la convenienza (-30%) dei conti online rispetto a quelli tradizionali in termini assoluti, con punte che superano il 40% per i giovani, le famiglie ed i pensionati. 

Per intensificare le dinamiche competitive volte alla riduzione dei prezzi é necessario intervenire per: 1) migliorare il grado di trasparenza delle informazioni; 2) eliminare il legame esistente tra il conto corrente e gli altri servizi bancari; 3) ridurre i tempi di chiusura del conto corrente.


QUI SOTTO IL PDF SFOGLIABILE COMPLETO ED ILLUSTRATO 


SCARICA IL PDF COMPLETO ED ILLUSTRATO
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/11/2013 - Dott. Roberto Paternicò)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF