Sei in: Home » Articoli

Incidenti stradali - Qual è la causa

autovelox
POSTA e RISPOSTA n.204 è roba Tua, caro CARMINE ALBORINO, che alle h.0:45 del 5 gen '12 scrivi: "è vero quanto detto, sia per la scarsa manutenzione delle strade che la mancanza di educazione stradale, nonché personale, non smettiamo di usare il telefonino quando guidiamo, cosa gravissima, non ci si limita a rispondere, quanto a scrivere gli SMS, concentrando tutta l'attenzione su ciò che si scrive, cosa gravissima. Sono sempre dell'avviso che si è troppo delegato al controllo tecnologico e poco al controllo del personale sulle strade, credo che forse nessuno mi vede, purtroppo l'errore e l'incidente è avvenuto. Velocità, buche, telefonino, arroganza e poca educazione, mettete tutto insieme e non è difficile trarre le conclusioni.
Al rinnovo della patente, anche se minimo, il medico valuta più o meno l'idoneità del soggetto, oltre tutto anche il collaudo del mezzo al momento è idoneo, questo non può essere addebitato ai controlli, se mai, ripeto alla mancanza di educazione di BASE. Secondo il mio parere, lo Stato è presente solo per esigere, per il resto.....chi sa". - Grazie Carmine!
(09/01/2012 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF