Sei in: Home » Articoli

Matrimonialisti: bene sentenza Cassazione su risarcimento danni a coniuge tradito

divorzio separazione tradimento
La recente sentenza della Corte di Cassazione sul diritto al risarcimento dei danni in favore del coniuge tradito trova il pieno consenso dei matrimonialisti. L'avvocato Gian Ettore Gassani, presidente nazionale dell'Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani, afferma infatti che la decisione di piazza Cavour apre il varco ad una "moltitudine di cause" e commenta: "Finalmente la Suprema Corte di Cassazione precisa il principio della risarcibilita' dei danni derivanti dall'infedelta' coniugale, che rappresenta una delle ragioni piu' frequenti delle crisi coniugali''. Quando ci si separa - spiega Gassani - il giudice e' tenuto a verificare caso per caso se l'infedelta' coniugale sia la causa o solo la conseguenza di una crisi gia' in atto". Ora "con questa sentenza si stabilisce che l'infedelta' che abbia leso la dignita' e l'onore del coniuge tradito rappresenta un illecito civile suscettibile di risarcimento danni. In forza di tale orientamento vengono condannate le infedelta' coniugali consumate in modo plateale e che hanno leso la dignita' e l'onore di chi le subisce.
Spetta al coniuge tradito provare l'entita' dei danni subiti, sia morali che economici".
Altre informazioni su questo argomento
(20/09/2011 - N.R.)
Le pi lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c' il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos' e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Ogni causa  incerta... e l'avvocato non lavora mai gratisOgni causa incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
Il dictum della Cassazione:  reato mettere le corna in casa alla moglie!Il dictum della Cassazione: reato mettere le corna in casa alla moglie!
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF