Sei in: Home » Articoli

Cassazione: beneficio all'esenzione delle spese processuali nei giudizi per prestazioni previdenziali o assistenziali

Con la sentenza n. 13367 depositata il 17.06.2011, la Cassazione, Sezione Lavoro, ha stabilito che al lavoratore soccombente nei giudizi promossi per ottenere prestazioni previdenziali o assistenziali spetta il beneficio all'ammissione al patrocinio dello Stato. Siffatto beneficio, previsto dall' art. 152 disp. att. cod. proc. civ., è teso ad evitare che il timore della soccombenza sulle spese impedisca l'esercizio dei diritti garantiti dalla Costituzione. La nuova disciplina, introdotta con l'art. 42, comma 11, D.L. 30 settembre 2003, n. 269 (conv. L. 24 novembre 2003, n. 306), non detta uno schema rigido e predeterminato per legge e non richiede il rinnovo della dichiarazione in tutti i diversi gradi del giudizio, pone solo a carico della parte ricorrente effettuare - fin dalle conclusioni dell'atto introduttivo - un'apposita dichiarazione sostitutiva che attesti il possesso delle condizioni reddituali previste per ottenere l'esenzione dal pagamento delle spese processuali.
La parte, fino a che il processo non sia definito, deve inoltre comunicare le variazioni rilevanti dei limiti di reddito verificatesi nell'anno precedente. E' quindi sufficiente che il ricorrente adempia all'onere certificativo con il ricorso introduttivo del giudizio di primo grado, fermo restando l'impegno di comunicare le variazioni reddituali eventualmente rilevanti, fino all'esito definitivo del processo. Il giudice, ai sensi dell'art. 79, comma 3, DPR n. 115 del 2002, può sempre richiedere all'interessato - a pena di inammissibilità dell'istanza - la documentazione necessaria ad accertare la veridicità di quanto indicato.
(21/06/2011 - L.S.)
Le più lette:
» La querela di falso
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
In evidenza oggi
Multe stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartellaMulte stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartella
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF