Sei in: Home » Articoli

Risarcimento del danno ed esborsi effettivi

La seconda sezione civile della Corte di Cassazione (sentenza n.9740 del 5 luglio 2002) ha stabilito che il diritto al risarcimento del danno da fatto illecito sussiste a prescindere dall’utilizzo che il danneggiato faccia o possa fare della somma che gli è dovuta. Il risarcimento, infatti, ha la funzione di porre il patrimonio del danneggiato nello stesso stato in cui si sarebbe trovato senza l’evento lesivo e trova, dunque, il suo presupposto nella perdita subita da quel patrimonio in conseguenza del fatto stesso. Ciò a prescindere dagli eventuali esborsi effettuati.
(05/09/2002 - Roberto Cataldi)

In evidenza oggi:
» Condominio: il convegno di StudioCataldi.it a Roma
» Famiglia: i modelli per la redazione degli atti
» Divorzio: niente assegno all'ex moglie scansafatiche
» Reddito di cittadinanza, "nuove strette anti furbetti"
» Processo civile telematico: nulle le notifiche all'indirizzo Ini-Pec?
Newsletter f t in Rss