Le Sezioni Unite Penali della Corte di Cassazione (Sent. n. 29477/2004) hanno stabilito che "la dichiarazione di volere essere informata della richiesta di archiviazione presentata dalla persona offesa dopo la trasmissione della richiesta al Gip non può determinare l'obbligo per il Pm di far notificare l'avviso previsto dall'articolo 408 comma 2, Cpp.". I Giudici del Palazzaccio hanno però aggiunto che "come la giurisprudenza ha avuto occasione di precisare, la mancanza, o la tardività, della dichiarazione di voler essere informata della richiesta di archiviazione non esclude la facoltà della persona offesa di proporre, con gli effetti previsti dall'articolo 410 Cpp, opposizione dopo la trasmissione della richiesta del Pm al Gip e fino a quando questi non abbia provveduto".

Leggi la motivazione della sentenza
Condividi
Feedback

(08/09/2004 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi: