Sei in: Home » Guide Legali » Guide di diritto penale » Misure di prevenzione

Misure di prevenzione

Le misure di prevenzione sono dei provvedimenti tesi a evitare la commissione di reati da parte di soggetti considerati socialmente pericolosi 

Quando si applicano le misure di prevenzione

[Torna su]

Le misure di prevenzione si applicano indipendentemente dalla commissione di un reato: per legittimarle basta la semplice esistenza di un indizio a carico del soggetto destinatario.

Quest'ultimo, però, deve essere socialmente pericoloso, ovverosia:

  • deve ritenersi che sia abitualmente dedito a traffici delittuosi, sulla base di elementi di fatto,
  • deve ritenersi che viva abitualmente, anche solo in parte, con i proventi di attività  delittuose, in ragione della sua condotta e del suo tenore di vita,
  • deve ritenersi che sia dedito alla commissione di reati che offendono o mettono a rischio l'integrità  fisica o morale di minori, la sanità , la sicurezza o la tranquillità  pubblica, sulla base di elementi di fatto.

Misure di prevenzione normativa

[Torna su]

La disciplina di riferimento delle misure di prevenzione non è contenuta nel codice penale ma nel decreto legislativo numero 159/2011 (cd. Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione).

Misure di prevenzione personali

[Torna su]

Le misure di prevenzione si distinguono in personali e patrimoniali.

Tra le prime si segnalano, innanzitutto, il foglio di via obbligatorio e l'obbligo di soggiorno o il divieto di soggiorno.

Il primo è il provvedimento con il quale il questore rimanda nel luogo di residenza le persone pericolose per la sicurezza pubblica che non vi si trovano. A tali soggetti è impedito di tornare nel Comune dal quale sono stati allontanati senza preventiva autorizzazione o prima che siano decorsi tre anni.

La seconda delle misure di prevenzione citate, invece, consiste nel vietare a un soggetto di soggiornare in uno o più Comuni o in una o più Regioni o nel prescrivergli di non allontanarsi da una certa abitazione senza preventivamente avvisare l'autorità  preposta alla sorveglianza, di fronte alla quale deve presentarsi nei giorni indicati e a ogni chiamata. 

La sorveglianza speciale

L'obbligo di soggiorno o il divieto di soggiorno sono di norma applicate unitamente alla misura di prevenzione personale più diffusa e conosciuta: la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

Questa determina un particolare controllo dei soggetti che sono già  risultati destinatari di un avviso orale (che è un'altra misura di prevenzione personale) e che, tuttavia, non hanno modificato la propria condotta e il proprio stile di vita.

Misure di prevenzione patrimoniali

[Torna su]

Le misure di prevenzione patrimoniale, invece, non colpiscono direttamente il soggetto ritenuto pericoloso, ma il suo patrimonio.

Tra di esse si segnalano il sequestro e la confisca.

Il sequestro è un provvedimento provvisorio, con il quale al destinatario viene sottratta la libera disponibilità  di un bene che, sulla base di indizi sufficienti, si ritiene sia il frutto di un'attività  illecita o ne costituisca il reimpiego.

La confisca, invece, è un provvedimento ablativo definitivo che riguarda i beni sequestrati dei quali non è stata dimostrata la legittima provenienza.

Misure di prevenzione procedimento

[Torna su]

Il procedimento per l'applicazione delle misure di prevenzione non è sempre lo stesso, ma varia a seconda della natura personale o patrimoniale e delle caratteristiche specifiche della misura da adottare in concreto.

Esso è disciplinato dal decreto legislativo n. 159/2011, che si interessa del procedimento applicativo delle misure di prevenzione personali agli articoli 1 e seguenti (distinguendo l'ipotesi in cui l'applicazione sia disposta dal questore o dall'autorità  giudiziaria) e del procedimento di applicazione delle misure di prevenzione patrimoniali agli articoli 16 e seguenti.

Data: 8 aprile 2020