Ecco tutte le regole che occorre conoscere per parcheggiare bene ed evitare di essere multati proprio a causa di un parcheggio sbagliato
auto parcheggiata in modo sbagliato

Parcheggio dentro le strisce

[Torna su]

Innanzitutto, in presenza di strisce, a prescindere da quale sia il loro colore, l'auto va parcheggiata sempre in maniera tale da restare completamente all'interno dei confini tracciati dal Comune. Anche le ruote devono trovarsi all'interno delle strisce e non possono strabordare, neanche parzialmente, nell'area non destinata a parcheggio.

A dirlo è l'articolo 157 del codice della strada, che al comma 5 sancisce che "Nelle zone di sosta all'uopo predisposte i veicoli devono essere collocati nel modo prescritto dalla segnaletica".

Chi non rispetta tale regola rischia di dover pagare una sanzione amministrativa compresa tra 42 e 173 euro.

Attenzione alla distanza dal marciapiede

[Torna su]

Sebbene non venga prescritta una distanza minima che deve essere lasciata tra l'auto e il marciapiede, il codice della strada stabilisce che, in assenza di una diversa segnalazione, il veicolo deve essere collocato "il più vicino possibile al margine destro della carreggiata, parallelamente ad esso e secondo il senso di marcia".

Se non è presente un marciapiede, occorre lasciare uno spazio sufficiente al transito dei pedoni, che non deve essere inferiore a un metro.

Parcheggio contromano

[Torna su]

Dalla predetta disposizione si evince anche che il parcheggio contromano non è ammesso.

Più precisamente, dall'affermazione in base alla quale l'auto deve essere parcheggiata secondo il senso di marcia si evince che:

  • se la strada è a doppio senso, si può parcheggiare solo alla propria destra;
  • se la strada è a senso unico, è possibile parcheggiare sia a destra che a sinistra, purché il muso dell'auto sia rivolto sempre nel senso di marcia.

Chi non rispetta tale prescrizione rischia la multa da 41 a 169 euro.

Parcheggio a spina di pesce

[Torna su]

Sempre la medesima disposizione fornisce implicitamente delle indicazioni anche per il parcheggio a spina di pesce.

In essa, infatti, si afferma che il parcheggio deve avvenire parallelamente al margine della carreggiata, il che vuol dire che il parcheggio a spina di pesce è possibile solo in presenza di un'apposita segnaletica, ovverosia quando è legittimato dalla prescrizione, riportata sopra, in forza della quale i veicoli devono essere posti nel modo prescritto dalla segnaletica.

Parcheggio in assenza di strisce

[Torna su]

Dove non ci sono strisce, le regole da rispettare per il parcheggio sono anche altre.

In particolare, non è possibile lasciare l'auto sui dossi o lungo le curve, a una distanza inferiore a cinque metri da un incrocio, in corrispondenza della fine di un marciapiede, in corrispondenza di semafori, sopra ai binari di tram o treni, vicino ai passaggi a livello, sulle banchine.

Non si può mai parcheggiare, inoltre, sulle strade urbane di scorrimento, sulle piste ciclabili, oltre che, ovviamente, in luoghi in cui la sosta è espressamente vietata.

Il disco orario

[Torna su]

Infine, se si lascia l'auto in sosta nei luoghi ove questa è permessa per un tempo limitato, non bisogna dimenticare di segnalare, con il disco orario o in altro modo visibile, l'ora in cui si è parcheggiato.

Anche in questo caso, si rischia la multa da 42 a 173 euro.

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: