Si tratta delle elezioni dei Comuni i cui organi sono stati sciolti per infiltrazioni della criminalità organizzata, già indette per le date del 22 e 23 novembre
elezioni comunali id14455

Elezioni posticipate per i comuni sciolti per infiltrazioni

[Torna su]

Le elezioni che avrebbero dovuto svolgersi nel 2020 sono state posticipate a marzo del 2021. Si tratta delle elezioni dei Comuni i cui organi sono stati sciolti per infiltrazioni della criminalità organizzata, già indette per le date del 22 e 23 novembre 2020. la modifica è contenuta nel decreto legge 7 novembre 2020 n. 148 "Disposizioni urgenti per il differimento di consultazioni elettorali per l'anno 2020" (in allegato), pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" n. 278 del 7 novembre 2020, in vigore dall'8 novembre 2020.

Elezioni, le ragioni del rinvio

Le decisione è maturata in relazione all'aggravarsi della diffusione del contagio da coronavirus. Il testo del decreto legge chiarisce che le elezioni per i Comuni i cui organi sono stati sciolti per infiltrazioni della criminalità organizzata si svolgono entro il 31 marzo 2021, mediante l'integrale rinnovo del procedimento di presentazione di tutte le liste e candidature a sindaco e a consigliere comunale. Fino al rinnovo degli organi elettivi è prorogata la durata della gestione della Commissione straordinaria.

Elezioni, rinnovo del Consiglio del Comune capoluogo

Limitatamente all'anno 2020, in caso di rinnovo del Consiglio del Comune capoluogo, il termine per procedere a nuove elezioni del consiglio metropolitano è fissato in centottanta giorni dalla proclamazione del sindaco del comune capoluogo; le consultazioni elettorali concernenti le elezioni dei presidenti delle province e dei Consigli provinciali delle regioni a statuto ordinario si svolgono entro il 31 marzo 2021; fino al rinnovo dei Consigli metropolitani e dei Consigli provinciali citati, è prorogata la durata del mandato di quelli in carica."

Scarica pdf decreto n. 148/2020
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: