Tutte le sanzioni previste dal codice della strada per chi guida un motorino truccato, lo altera per sé o per altri o lo mette in commercio già alterato
motorino scooter

di Valeria Zeppilli - La moda di farsi truccare il motorino per renderlo più performante è diffusa tra i giovani ragazzi da decenni. Si tratta però di una moda pericolosa e duramente punita dal nostro ordinamento, che arriva a prevedere anche la confisca del mezzo.

Vediamo tutte le sanzioni che si rischiano in presenza di un ciclomotore alterato.

Le sanzioni per chi altera il ciclomotore

[Torna su]

Partiamo dalle conseguenze alle quali va incontro chi altera un ciclomotore per sé o per un'altra persona: la sanzione amministrativa che va da 847 euro e arriva a 3.389 euro.

Il mezzo, poi, viene definitivamente confiscato e alla sanzione non si applica la riduzione del 30% in caso di pagamento tempestivo.

Le sanzioni per chi guida un motorino truccato

[Torna su]

Chi, invece, si limita a guidare un motorino truccato soggiace alla sanzione amministrativa da 422 a 1.694 euro, oltre che al fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni.

Se, poi, il motorino truccato è guidato da un minorenne, si aggiungono altre sanzioni se le caratteristiche assunte dal mezzo dopo l'alterazione sono tali da rendere necessario il possesso di una patente di guida e non del semplice patentino e se il minore ha meno di sedici anni mentre il motorino, una volta truccato, ha assunto delle caratteristiche tali da poter essere guidato solo da chi ha raggiunto almeno tale soglia di età.

Le sanzioni per chi vende un ciclomotore alterato

[Torna su]

Come detto, quella di alterare i motorini è una moda che sopravvive da decenni, tanto che anche alcuni venditori si sono "attrezzati" e pongono in commercio motorini già truccati.

Per chi produce, fabbrica o mette in commercio un ciclomotore alterato, tuttavia, sono previste conseguenze molto severe: la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.086 a 4.348 euro, alla quale non si applica mai la riduzione del 30%, oltre che la confisca definitiva del mezzo.

Motorino truccato: la rivalsa dell'assicurazione

[Torna su]

Infine, se chi è alla guida di un motorino truccato cagiona un incidente, tale circostanza potrebbe far insorgere problemi con l'assicurazione.

In particolare, a meno che tale facoltà non sia espressamene esclusa, la Compagnia potrebbe esercitare la rivalsa per quanto pagato ai terzi danneggiati a seguito del sinistro cagionato da chi guidava il ciclomotore alterato.

Vai al Codice della strada

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

(31/10/2019 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi: