Sei in: Home » Articoli

Allarme Oms: male bimbi meno di 5 anni davanti a tv o pc

Condividi
Seguici

Una direttiva Oms lancia l'allarme sui comportamenti dei genitori che lasciano per ore i bambini davanti agli schermi anche sotto i 5 anni
bambini figli madre genitori affidamento

di Gabriella Lax - I bambini dovrebbero passare meno ore davanti a tv, telefonini o tablet e molto più tempo all'aria aperta o a fare movimento. Se poi i bambini hanno meno di 5 anni la situazione è particolare e delicata. Rispettare invece le giuste ore di sonno, aiuterà i bambini a crescere più sani e a prevenirne l'obesità. A chiarirlo è una direttiva recentemente pubblicata dall'Oms che lancia l'allarme su alcuni comportamenti di genitori che lasciano per ore i bambini davanti agli schermi, che siano della tv o quelli più piccoli di telefoni o tablet, pur di tenerli tranquilli.

Allarme Oms su bimbi sotto i 5 anni davanti a schermi

L'Organizzazione mondiale della sanità evidenzia che la prima infanzia è un periodo di sviluppo estremamente rapido nel corso del quale i modelli di vita familiare vanno adattati alle esigenze dei bambini per garantire loro salute e benessere.

Gli esperti dell'Oms spiegano come sia estremamente dannoso per un bambino di meno di 5 anni un periodo di sonno insufficiente così come il lasciarlo per ore nel passeggino o davanti ad uno schermo. Assolutamente vietato poi è posizionare un bimbo di meno di due anni davanti a tv, telefono o pc. Anche quando i bimbi di meno di un anno non stanno ancora in piedi serve che siano sollecitati anche a fare mezz'ora di attività fisica sul ventre. Il sonno deve variare tra le 14 e le 17 ore al giorno fino a tre mesi, e tra le 12 e le 16 ore tra i 4 mesi e l'anno di età. Ed ancora, secondo i medici, compiuto il primo anno all'attività fisica dovranno essere dedicate non meno di tre ore al giorno mentre il sonno passa tra le 11 e le 14 ore. Dai due anni in poi il bambino non dovrebbe comunque mai rimanere esposto passivamente davanti ad uno schermo più di un'ora al giorno. Tra i 3 e i 4 anni l'attività fisica passa a tre ore al giorno delle quali almeno un'ora di movimento moderatamente vigoroso, le giuste ore di sonno diventano tra le 10 e le 13. Aumentare l'attività fisica, ridurre i comportamenti sedentari e rispettare i giusti tempi di riposo nei bambini può contribuire a mantenere delle buone abitudini nel corso dell'adolescenza e dell'età adulta.

(28/04/2019 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Mediazione obbligatoria: non basta sedersi, il tentativo deve essere effettivo
» Cassazione: reato non portare il cane malato dal veterinario
» Fisco: cambia il calendario per la dichiarazione dei redditi
» Sanatoria per la tassa rifiuti non pagata
» Cassazione: nulla la notifica dell'atto al familiare non convivente

Newsletter f t in Rss