Sei in: Home » Articoli

Constatazione amichevole di incidente stradale

A cosa serve il modulo CAI, quando compilarlo e quanti "CID" utilizzare. Cosa c'è da sapere in generale sulla constatazione amichevole di incidente stradale
uomo controlla incidente auto compilando cid

di Valeria Zeppilli - In caso di incidente stradale, la denuncia di sinistro all'assicuratore può essere fatta tramite il modulo CID che, tecnicamente, si chiama Constatazione amichevole di incidente (CAI).

In tal modo, infatti, si può stare certi di fornire tutti gli elementi necessari per poter essere risarciti dei danni subiti per colpa altrui.

  1. Quale CAI utilizzare
  2. Quanti CID compilare
  3. Constatazione amichevole di incidente: la firma

Quale CAI utilizzare

I moduli CAI sono tutti uguali, di conseguenza è indifferente utilizzare il proprio o quello presente sull'altro veicolo coinvolto. L'importante è compilarlo, almeno se non sono intervenute le autorità.

Quanti CID compilare

Se i veicoli coinvolti nel sinistro sono due, va compilato un solo CID.

La cosa si complica se sono presenti più veicoli: in tal caso occorre compilare due CID se sono coinvolti tre veicoli, tre CID se sono coinvolti quattro veicoli e così via.

Tuttavia, in caso di incidente a più veicoli, è sempre preferibile richiedere l'intervento dell'autorità e non affidarsi al CID, per evitare di creare confusione.

Constatazione amichevole di incidente: la firma

Perché possa parlarsi di vera e propria constatazione amichevole di incidente, occorre che il modulo CAI sia firmato da entrambi i conducenti. Solo in tal caso, infatti, esso produce gli effetti di cui al comma 2 dell'articolo 143 del codice delle assicurazioni private, il quale così recita: "Quando il modulo sia firmato congiuntamente da entrambi i conducenti coinvolti nel sinistro si presume, salvo prova contraria da parte dell'impresa di assicurazione, che il sinistro si sia verificato nelle circostanze, con le modalità e con le conseguenze risultanti dal modulo stesso".

Se invece l'altra parte si rifiuta di sottoscrivere il modulo, lo stesso va comunque compilato integralmente per la parte relativa al proprio veicolo, mentre, con riferimento alla controparte, è sufficiente indicare i dati del veicolo e la Compagnia di assicurazione.

Per approfondimenti vai alla guida: "CID - Convenzione indennizzo diretto"

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(31/01/2019 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Cassazione: niente addebito separazione se la moglie non vuole rapporti intimi
» Permessi legge 104: licenziato chi viene beccato a fare shopping
» La rottamazione delle cartelle
» Arriva il mutuo di cittadinanza
» Avvocati: come inserire le spese anticipate nella fattura elettronica
Newsletter f t in Rss