La Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione, con sentenza n. 8216/02, ha stabilito che il trasportato su di un'autovettura arrestata sulla pubblica via che apre lo sportello senza prestare la dovuta attenzione, è responsabile dei danni che cagiona a un terzo con questo suo gesto a norma dellÂ’art. 2043 Cod. Civ.. Inoltre, giacché nell'ampio concetto di circolazione stradale deve ritenersi compresa anche la situazione di arresto o di sosta di un veicolo su strada o area pubblica di pertinenza, sussiste altresì la responsabilità concorrente e solidale del proprietario e del conducente dell'autovettura, secondo la presunzione stabilita dall'art. 2054 cod. civ.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: