Sei in: Home » Articoli

Nuovo concorso per 250 magistrati: bando a gennaio

Il ministro Orlando annuncia l'imminente pubblicazione del decreto per il nuovo concorso per il reclutamento di 250 giudici. In totale sono 1630 i posti da magistrati messi a concorso negli ultimi anni
due concorrenti sulla linea di partenza

di Marina Crisafi - Arriverà entro la fine di gennaio il bando per l'assunzione di nuovi 250 magistrati portando così a 1.640 nel complesso i posti messi a concorso dalla fine del 2014. Lo ha comunicato lo stesso ministro della giustizia Andrea Orlando nella lettera indirizzata al presidente dell'Anm, Eugenio Albamonte, riportando il quadro aggiornato del sistema di coperture delle piante organiche dei magistrati ordinari.

Oltre 1600 magistrati in 3 anni: il piano assunzioni Orlando prosegue

Nella lettera all'Anm, il guardasigilli fa il punto sulla situazione dell'organico dei magistrati ordinari a partire dal novembre 2014 e sino al nuovo bando del gennaio 2018 ed esprime soddisfazione per "il raggiungimento dell'importante obiettivo dell'intervenuta copertura giuridica di tutte le vacanze, sia quelle ad oggi rilevate, sia quelle che si andranno a verificare sino a tutto il 2022".

Un risultato di cui si coglie ancora di più la "straordinarietà", scrive Orlando, "tenuto conto che da circa un ventennio, il dato della scopertura dei posti negli uffici giudiziari si è così aggravato e cronicizzato, da sembrare ai più quasi un profilo strutturale del nostro sistema".

6 procedure di reclutamento in 3 anni

Dal novembre 2014, la strategia "volta a sostenere in maniera trasversale e multi fronte il servizio giustizia, ha portato, con un'accorta programmazione delle risorse, all'avvio di ben sei procedure di reclutamento di nuovi magistrati - prosegue Orlando, portando - col bando d'imminente pubblicazione" a 1630 i posti messi a concorso. Garantendo, secondo il ministro, "un'adeguata provvista di magistrati anche per il quadriennio a venire, sino al 2022 cioè, con un indubbio risultato di potenziamento dell'efficacia e dell'efficienza del sistema giustizia, che, naturalmente, giova a tutti gli operatori del settore".

Magistrati: i concorsi in atto

Il ministro passa quindi a riepilogare le procedure concorsuali in atto, che vedono

- in fase di ultimazione le prove orali del concorso a 350 posti, indetto nel 2015, con probabile assunzione dei vincitori già dai primi mesi del 2018;

- la correzione delle prove scritte del concorso a 360 posti, di cui al D.M. 19 ottobre 2016, che si dovrebbe concludere nella primavera del 2018, avviando così le prove orali e l'approvazione della graduatoria, presumibilmente, per l'autunno 2018, in modo da procedere alle assunzioni nei primi mesi del 2019;

- infine, le prove scritte del concorso a 320 posti indetto nel maggio scorso previste per il prossimo mese di gennaio 2018 (leggi: Al via il concorso per 320 magistrati: domande entro il 5 ottobre).

Magistrati: nuovo concorso per 250 posti a gennaio 2018

Inoltre, il guardasigilli ha annunciato nella lettera la procedura d'avvio dell'iter per l'indizione di un nuovo concorso, che "avrà ad oggetto 250 posti e ciò valutate le esigenze di organizzazione e gestione di ogni singola procedura e considerata la concomitante possibilità di aumento dei posti banditi sino al decimo, relativamente alle procedure, ancora aperte, di cui ai DD.MM. 19.10.2016 e 31.5.2017".

La pubblicazione del bando, ha confermato Orlando, "è programmata per la fine del prossimo mese di gennaio 2018, in modo da consentire all'amministrazione di approntare utilmente le nuove procedure nonché da consentire un ampliamento della platea degli aspiranti".

(08/11/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» La responsabilità oggettiva
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» L'accollo
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
In evidenza oggi
Tari: come chiedere il rimborso dal 2014Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
Cassazione: valida la querela implicitaCassazione: valida la querela implicita

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF