Sei in: Home » Articoli

Whatsapp: gli altri sapranno dove sei in tempo reale

La nuova funzione di condivisione della posizione in tempo reale su Whatsapp sarà attivata a breve ma riguarderà solo la chat o la persona con cui si vuole condividere
telefono in mano con accesso whatsapp

di Gabriella Lax - Con WhatsApp si può condividere la posizione in tempo reale. Sarà attivata a breve la nuova funzione del servizio di messaggistica che consente di condividere la propria posizione in una sola chat o in un gruppo. La novità è che fino ad ora si potevano condividere le coordinate geografiche (come già accade con Messanger) solo in modo statico ossia limitatamente al momento in cui si inviava il messaggio.

Ma a tranquillizzare gli utenti su possibili violazioni della privacy ci pensa Zafir Khan, responsabile della divisione prodotti della compagnia: la visione sarà possibile solo alla persona o il gruppo col quale si vuole condividere la posizione attuale.

WhatsApp: la nuova funzione "posizione attuale"

La funzione "posizione attuale" potrà essere attivata cliccando l'icona dell'allegato su Android oppure con un tap sul tasto "+", nella versione per iPhone. La condivisione è automaticamente limitata nel tempo, solitamente si tratta di un'ora ma si può decidere di lasciare visibili le proprie coordinate per 15 minuti o fino ad 8 ore. Ma sarà possibile condividere le coordinate anche se l'app risulta chiusa, chiaramente solo se resta attivo (cioè senza limitazioni) l'accesso ai dati del Gps dalle preferenze di sistema del telefono. Le coordinate si possono inviare a un singolo amico in una conversazione a due, oppure in una chat di gruppo. In quel caso se più persone attivano la funzione sarà possibile vederne le icone in movimento sulla stessa mappa. Se si va sulle impostazioni di WhatsApp, nel pannello privacy, è possibile controllare in quante e quali chat è attiva la condivisione.

(18/10/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» La responsabilità oggettiva
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» L'accollo
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
In evidenza oggi
Tari: come chiedere il rimborso dal 2014Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
Cassazione: valida la querela implicitaCassazione: valida la querela implicita

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF