Sei in: Home » Articoli

Patente: dal 6 ottobre nessun divieto per gli affetti da malattie del sangue

Il d.P.R. n. 139/2017 fa venir meno il divieto per le persone affette da malattie ematiche
donna con istruttore che mostra la patente di guida
di Lucia Izzo - Anche le persone affette da malattie ematiche saranno considerate idonee alla guida. È l'effetto del decreto del Presidente della Repubblica n. 139/2017 (qui sotto allegato), "Regolamento recante modifica all'Appendice II al Titolo IV - Articolo 320 del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, in materia di idoneità psicofisica per il conseguimento e la conferma di validità della patente di guida da parte di persone affette da malattie del sangue".

Il provvedimento, pubblicato in Gazzetta ufficiale, Serie Generale, n. 221 del 21 settembre 2017, sarà in vigore a partire dal prossimo 6 ottobre.

Malattie invalidanti patente: eliminate le patologie ematiche

Il testo interviene sull'Appendice II, art. 320, Titolo IV del d.P.R. n. 495/1992, ambito in cui vengono elencate le c.d. malattie invalidanti, ovverosia quelle malattie e affezioni che escludono la possibilità di rilasciare il certificato di idoneità alla guida, salvo intervengano giudizi di idoneità espressi dalle Commissioni Mediche Locali a cui la legge impone valutazioni particolarmente severe.

Le Commissioni Mediche si pronunciano sull'idoneità alla guida caso per caso, stabilendo, altresì la durata della validità della patente.

Nella categoria delle patologie invalidanti sono incluse, tra l'altro, le affezioni cardiovascolari, il diabete, le malattie endocrine, le malattie del sistema nervoso, le malattie psichiche, la dipendenza da alcol, stupefacenti e sostanze psicotrope, malattie dell'apparato urogenitale.

Tuttavia, la lettera G dell'appendice, relativa alle malattie ematiche, è stata invece soppressa dal d.P.R. 139/2017: ciò significa che per coloro affetti da patologie del sangue non sarà più esclusa (salvo diverso parere delle Commissioni mediche Locali) la possibilità di rilascio o rinnovo della patente di guida.

Il provvedimento tiene conto dei requisiti psicofisici minimi imposti dall'UE per il rilascio della patente di guida, nonché dei traguardi raggiunti dal progresso scientifico in tema di patologie ematiche, sia quanto agli strumenti di diagnosi che alle terapie per curare simili patologie.
d.P.R. n. 139/2017 - Patente e Patologie Ematiche
(23/09/2017 - Lucia Izzo) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» La responsabilità oggettiva
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» L'accollo
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
In evidenza oggi
Tari: come chiedere il rimborso dal 2014Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
Cassazione: valida la querela implicitaCassazione: valida la querela implicita

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF