Sei in: Home » Articoli

Morti in carcere: associazione "Il detenuto ignoto" lancia l'allarme

L'associazione "Il detenuto ignoto" ha lanciato l'allarme sulle morti che avvengono all'interno delle carceri italiane. L'associazione parla di 1.579 morti negli ultimi 10 anni con oltre 500 suicidi in cella e dichiara che "Quando lo Stato sbaglia, quando non riesce a garantire la vita a persone detenute, dovrebbe almeno dare delle risposte chiare e oneste ai loro famigliari". Figli, fratelli e padri di persone morte in carcere si chiedono ancora cos'e' successo mentre erano sotto la 'custodia' dello Stato. Gli interrogativi sono molti, spiega l'associazione: hanno subito violenze? hanno avuto una malattia e non sono stati curati? Domande che i familiari pongono da anni "ma che non hanno avuto risposta o, piu' spesso, hanno avuto 'risposte' che non hanno chiarito quasi nulla".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/02/2010 - Notiziario)
Le pių lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza č remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF