Sei in: Home » Articoli

Cassazione: niente volgarità contro gli anziani. Non sono abituati a linguaggio disinvolto

Le parole volgari dirette a un anziano assumono una carica particolarmente offensiva. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione evidenziando come le persone della terza età non sono abituate a certe disinvolture di linguaggio. Sulla base di questo principio la V Sezione penale della Corte ha dato ragione ad un'anziana signora che si era sentita dare della "str..." da un suo vicino di casa. Anche se il reato di ingiuria si è prescritto la Corte ha ritenuto che la donna debba essere riconosciuto un equo risarcimento per l'offesa che ha leso la sua "dignita' di signora ultraottantenne". L'imputato si era difeso affermando che la parola 'str...' e' diffusa nel linguaggio comune e che per questo non avrebbe alcuna carica offensiva.
Di diverso avviso la Corte che ha invece sottolineato come "l'intrinseca valenza offensiva spregiativa e' tanto piu' intensa e rimarchevole" quando è "rivolta a una persona anziana, non abituata certamente a certe disinvolture di linguaggio".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/09/2009 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
» Divorzio: le tre vie per dirsi addio
» Whatsapp può spiare le chat private: l'allarme degli esperti
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF