Sei in: Home » Articoli

Condacons: contro febbre da gioco un ricorso per congelamento jackpot

“I record raggiunti dal montepremi del Superenalotto provocano una pericolosissima febbre da gioco in tutta Italia, con numerosi casi di cittadini che giocano tutti i propri risparmi, che si indebitano con gli usurai, che perdono proprietà immobiliari e che mandano in fallimento i bilanci familiari, nel tentativo di accaparrarsi il jackpot”. È questa la denuncia del Codacons contro la cd. febbre da gioco. L'associazione scende in campo e la denuncia non rimane sterile: è stata infatti depositata in questi ultimi giorni presso il Tribunale di Roma, un ricorso d'urgenza finalizzato a limitare gli ulteriori danni sui consumatori, abbagliati dal sogno di poter vincere un montepremi di 100 milioni di euro. Il Codacons chiede infatti che il montepremi venga congelato e che venga realizzata una campagna pubblicitaria finalizzata a informare sugli effetti dannosi del gioco. Secondo i dati diffusi dall'associazione, circa il 20 della popolazione avrebbe un rapporto definito “problematico” con il gioco del lotto. Di questa percentuale, quasi il 3% presenterebbe addirittura profili patologici tradotti in una vera e propria dipendenza.
"Qualora la nostra domanda venga accolta, si aprirebbero diversi scenari, compreso il possibile annullamento delle vincite assegnate nelle ultime estrazioni - dichiara il Presidente Codacons, Carlo Rienzi - Intanto i cittadini, attraverso il blog www.carlorienzi.it, possono chiedere venga stabilito un tetto al montepremi del Superenalotto ed esprimere la propria opinione sul jackpot milionario”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/07/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF