Sei in: Home » Articoli

Cassazione: notifica atto alla vicina? E' nullo

La Quinta Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. n. 16444/2009) ha stabilito che non è valida la notifica degli atti fiscali effettuata nell'abitazione della vicina del contribuente. I Giudici del Palazzaccio osservano infatti che “la notificazione eseguita, ai sensi dell'articolo 139 c.p.c., a persona non legata al destinatario da rapporti ‘di famiglia', cioè di parentela o di affinità, né di servizio, quale ‘addetta alla casa', è da considerare nulla anche se, come nel caso di specie, tale persona sia trovata nell'abitazione del destinatario (…); mentre è stata ritenuta valida la notifica nel diverso caso di non provata convivenza (che può essere presunta), quando però sussista la relazione di parentela o affinità fra il destinatario e la persona che ricette la notifica”.
Precisa infine la Corte che, nel caso in cui la notifica venga fatta alla vicina di casa del contribuente, “la nullità della notifica dipende quindi dall'accertata mancanza sia della relazione di famivlia sia della convivenza”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(21/07/2009 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF