Sei in: Home » Articoli

Cassazione: 'bulli' in attesa del processo? Possono essere posti in Comunità

In attesa del processo, i ragazzi accusati di 'bullismo', ovvero di aver sottomesso, minacciato e vessato i propri compagni, possono essere posti in Comunità. Lo ha precisato la Seconda Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. 13491/2008) che, con tale decisione, ha confermato l'ordinanza di un Tribunale che aveva disposto la suddetta misura cautelare (collocamento in Comunità) nei confronti di alcuni minorenni 'rei' di aver estorto denaro a un loro compagno minorenne, minacciandolo verbalmente dell'interruzione dell'amicizia e anche con percosse e costringendolo a rubare nel portafoglio della madre.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(30/05/2008 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Telecamere negli ospizi: approvata la prima legge regionale
» Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
» Biotestamento: arriva il diritto alla sedazione profonda?
» Reato per il praticante che si spaccia per avvocato
» Basta la diffida per interrompere l'usucapione?
In evidenza oggi.
Debiti sospesi fino a un anno per chi è in difficoltà
Lavoro: la pausa caffè non è reato
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF