Sei in: Home » Articoli

In tema di quantum per danno da morte

Il danno morale per la morte del figlio psichicamente instabile ed affidato ad una struttura sanitaria che non riuscì ad impedirne il suicidio non può essere valutato in una somma inferiore rispetto a quella che verrebbe liquidata in riferimento alla morte di un figlio sano, lo ha stabilito la Corte di Cassazione, sezione III civile, con la sentenza del 28 febbraio 2008, n° 5282 ritenendo altresì, che non esiste alcuna predisposizione� ad accettarne la morte in capo al genitore, il patema d'animo ed il legame affettivo che stringe i genitori al figlio infermo intensificano, piuttosto che diminuire il legame emozionale.
E la prova presuntiva di tale intensificata relazione affettiva può legittimamente desumersi, proprio dalla quantità e qualità di cure prodigate all'infermo. Il Tribunale di Napoli aveva accolto la richiesta di risarcimento dei danni, patrimoniali e morali, dei genitori del ragazzo, che in seguito al ricovero nel reparto di neuropsichiatria con diagnosi di psicosi allucinatoria, si suicidò poche ore dopo, nonostante la segnalazione espressa da parte dei congiunti dei propositi suicidi. Il medico di guardia preposto non dispose gli indispensabili controlli, e fu dichiarato responsabile della morte del ragazzo. Il sanitario ricorse alla Corte di Appello di Napoli lamentando come eccessiva la liquidazione del danno morale. I giudici partenopei ritennero che nel valutare il grado di sofferenza psichica dei genitori della vittima derivante dalla tragica fine del figlio,...
Cassazione, sezione III civile, sentenza del 28.02.2008, n. 5282 - Cesira Cruciani
(10/04/2008 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» I procedimenti in camera di consiglio
» Responsabilità medica: reato di omicidio per il sanitario che sbaglia il triage
» Riforma giudici di pace: da oggi in vigore
» Leva obbligatoria per 8 mesi: la proposta al Senato
» Studi legali: addio al chiuso per ferie
In evidenza oggi
Avvocati e professionisti: i versamenti sul conto corrente vanno giustificatiAvvocati e professionisti: i versamenti sul conto corrente vanno giustificati
Divorzio: il risparmio del marito sul mantenimento dei figli non giova all'ex moglieDivorzio: il risparmio del marito sul mantenimento dei figli non giova all'ex moglie
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF