Magistrati: i più pagati in tutta Europa sono gli italiani

A segnalarlo è il rapporto del Consiglio d'Europa realizzato dalla Commissione per l'efficienza della giustizia e pubblicato nei giorni scorsi.
sentenza cassazione giudice martello

Sono i magistrati italiani i più pagati in tutta l'Eurozona. A segnalarlo è il rapporto del Consiglio d'Europa realizzato dalla Commissione per l'efficienza della giustizia e pubblicato nei giorni scorsi.

Sulla base di quanto emerge dal dossier, che fa i conti in tasca alle toghe nostrane con dati aggiornati al 2012, i giudici italiani guadagnano cifre notevolmente superiori rispetto ai colleghi degli altri Stati membri sia ad inizio che a fine carriera.

Nel primo caso, i guadagni si attestano su oltre 6.000 euro netti in più all'anno procapite (corrispondenti in valore assoluto a quasi 34.000 euro netti di stipendio annuo per il magistrato italiano contro i poco più di 27.500 della media europea), fatta eccezione solamente per i Paesi Bassi, la Finlandia (entrambi con cifre sui 43.000 euro su base annua) e il Belgio (con poco più di 35.500 euro annui), nonché per gli stipendi dei giudici di ultima istanza non Ue  di Svizzera, Norvegia e Principato di Monaco. Stando al rapporto, gli stipendi dei giudici italiani perdono il primato anche se rapportati a quelli dei magistrati dei paesi extra-Ue come Andorra o Svizzera.

Nel secondo caso, però, e cioè alla fine della carriera, il gap viene recuperato con rilancio, giacchè i magistrati sfiorano i 98.000 euro netti all'anno, raggiungendo quasi il doppio della media di stipendi europea (poco meno di 53.000 euro annui).

Se poi il confronto si restringe al territorio nazionale, i dati parlano chiaro: rispetto ai guadagni medi degli italiani un magistrato ad inizio carriera percepisce uno stipendio pari al doppio, per lievitare di oltre sei volte alla fine del percorso lavorativo, per i giudici di Cassazione. 

(14/10/2014 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Il 'bon ton' degli avvocati
» Mille cancellieri: il 21 novembre arriva il bando
» Guide di diritto penale
» Divorzio: nuovo compagno? Addio per sempre all'assegno di mantenimento!
» Pensioni: trovato l'accordo. Cosa cambia da gennaio
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF